Negoziati tra Russia e Ucraina in Turchia

Intanto, si sono svolti in Turchia i colloqui tra Ucraina e Russia. Nell’incontro abbiamo “affrontato la questione del cessione il fuoco di 24 ore per risolvere la maggior parte delle questioni urgenti dal punto di vista umanitario. Non abbiamo fatto progressi su questo purtroppo, sembra che ci siano altre persone che decidono su questo in Russia“.

Negoziati tra Russia e Ucraina in Turchia

Lo ha detto il ministro degli esteri ucraino Dmytro Kuleba in conferenza stampa dopo l’incontro con il ministro russo Lavrov. Anche sull’apertura dei corridoi umanitari da e per Mariupol Kuleba ha detto che “sfortunatamente Lavrov non è stato in condizione di impegnarsi. Sono pronto a incontrare nuovamente Lavrov se ci saranno prospettive concrete“, ha aggiunto.

Negoziati tra Russia e Ucraina in Turchia: le parole di Lavrov

Abbiamo avuto la conferma che non abbiamo alternative“, ha detto il ministro degli Esteri russo Lavrov, al termine dell’incontro con l’omologo ucraino Kuleba in Turchia. “Coloro che riempiono l’Ucraina di armi devono capire che sono responsabili delle proprie azioni“, ha detto il ministro russo. “Non abbiamo attaccato in Ucraina. In Ucraina si è creata una situazione che ha creato una minaccia a Mosca, abbiamo fatto vari appelli ma nessuno ci ha ascoltato“, ha aggiunto Lavrov.

Questi contatti non possono esser usati per sostituire o svalutare i negoziati principali sul territorio bielorusso“, ha fatto sapere il ministro degli Esteri russo. “Non voglio credere che possa iniziare una guerra nucleare“, ha detto Lavrov.

Potresti leggere

Mosca, è morto Maganov patron della Lukoil: “È caduto dalla finestra di una clinica”

Ravil Maganov, presidente della compagnia petrolifera russa Lukoil, è morto dopo essere…

Aborto in bilico negli Usa, la Corte Suprema pronta ad abolire la legge del 1973

La Corte suprema intende votare per annullare la legge del 1973 che…

Indagine Nordstream, la svolta: “Bombe piazzate da robot”

“A piazzare le bombe che hanno provocato quattro falle nel gasdotto Nord…