Dopo la fuga di gas dai gasdotti Nord Stream 1 e 2, il livello di metano su Svezia e Norvegia è a livelli record, riferiscono i media svedesi e norvegesi, che parlano di ‘grande nuvola’.

Il 96% del gas nel Nord Stream 1 e 2 era metano.

Secondo i calcoli di Stephen Matthew Platt, scienziato del clima presso l’istituto norvegese di ricerca sull’aria Nilu, si tratta di circa 40.000 tonnellate di metano rilasciate dal sospetto sabotaggio: “Le emissioni corrispondono al doppio delle emissioni annuali di metano dell’industria petrolifera e del gas in Norvegia. Sono livelli record, mai visto niente di simile prima in Norvegia e Svezia”.

Potresti leggere

Divieto di aborto, Salvini placa i leghisti in festa: “Decidono le donne”

Come conseguenza della storica sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti di abolire il diritto costituzionale all’aborto, che da…

“Attacchi missilistici russi sull’Ucraina” dopo il discorso di Zelensky al G20

“La Russia risponde al potente discorso di Zelensky al G20 con un…

Nuova Zelanda, scontro tra barca e una balena: 5 persone morte

Sono cinque le vittime della sciagura avvenuta questa mattina al largo di…