I russi hanno lanciato bombe incendiarie o al fosforo contro l’acciaieria Azovstal. Lo denuncia il consigliere del sindaco Petro Andryushchenko, precisando che “gli stessi occupanti affermano che sono stati usati proiettili incendiari 9M22C con strati di termite.

La temperatura di combustione è di circa 2-2,5mila gradi Celsius. È quasi impossibile fermare la combustione. L’inferno è sceso sulla terra alla Azovstal”. Il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, in un tweet ha riferito del suo incontro a Berlino con il segretario di Stato Usa Antony Blinken, affermando che “altre armi e aiuti sono in arrivo in Ucraina”.

Blinken ha riferito di essere a Berlino per incontrare informalmente i ministri degli esteri dei paesi Nato “per discutere della nostra alleanza e di un’azione sostenuta per affrontare l’aggressione non provocata della Russia contro l’Ucraina”.

Potresti leggere

Paura nel Napoletano, uomo di 57 anni accoltellato per strada: ricoverato in pericolo di vita

Un uomo di 57 anni è stato accoltellato nel tardo pomeriggio di…

L’Ue nella lista nera del Cremlino, Draghi replica a Putin: “Noi e l’Europa uniti sull’energia e l’accoglienza”

“L’Ue ha dato prova di straordinaria unità. Siamo uniti nel rispondere all’appello…

Fisco, centrodestra in ritirata: niente strappi

Sulla delega fiscale governo e centrodestra cercheranno una “soluzione condivisa”, ma partendo…