E’ di almeno “nove morti” il drammatico bilancio di un attentato avvenuto a Highland Park, a nord di Chicago, durante una parata del 4 luglio, giorno dell’indipendenza degli Stati Uniti. A confermarlo è il governatore dell’Illinois, JB Pritzker. Secondo i media locali, i morti sarebbero invece 6 e i feriti ben 31. Un attacco avvenuto nella mattinata in un sobborgo della città americana dieci minuti dopo l’inizio della parata, in programma alle 10 (orario locale) e sospesa poco dopo.

Ad agire, secondo una prima ricostruzione, una sola persona che ha aperto il fuoco sulla folla radunatasi per la festa del 4 luglio. I testimoni presenti hanno riferito di aver sentito almeno 20-25 spari in rapida successione e di aver visto almeno tre corpi stesi sull’asfalto e coperti da lenzuola. Altri manifestanti scappano via insanguinati. Sono ancora in corso le ricerche dell’assalitore, non ancora identificato.

La polizia sta pattugliando la zona alla caccia del killer, mentre ha avvertito gli abitanti di stare lontani dall’area della sparatoria. “Non è sicuro qui, tornate a casa”, hanno detto gli agenti alle persone che stavano partecipando alla parata.

L’attentatore potrebbe aver sparato dal tetto di un edificio, riportano più media americani. “E’ armato e quindi pericoloso”, hanno ribadito le autorità.

Potresti leggere

L’omicidio della piccola Elena, uccisa dalla madre perché gelosa della compagna del papà

Aveva pianificato tutto Martina Patti, la 23enne accusata dell’omicidio della figlioletta di 5…

Draghi al Parlamento: “Le nostre sanzioni hanno colpito duramente economia e mercati russi”

Le sanzioni adottate contro Mosca “hanno colpito duramente l’economia e i mercati…

Alessandro morto a 13 anni volando dalla finestra, il prete ai funerali: “Guai a voi che ridete”

Si sono tenuti questo mercoledì mattina i funerali di Alessandro, il giovane…