E’ stato condannato a 5 anni e 4 mesi il 25enne a processo con rito abbreviato con l’accusa di avere molestato quattro bambine, tra i 5 e i 9 anni, in un maneggio alle porte di Milano, tra il febbraio 2018 e il novembre 2019. Il provvedimento è stato deciso dal gup milanese Ezia Maccora.

Il giudice non ha riconosciuto la minore gravita’ dei fatti che aveva portato la Procura a chiedere 1 anno di reclusione per il giovane, cosa che aveva sollevato disappunto e critiche da parte dei genitori e dei loro legali.

Per questo oltre ai 5 anni e 4 mesi, il gup ha disposto le interdizioni di rito e il divieto di avvicinamento per un anno ai luoghi frequentati dai bimbi. Inoltre dovra’ versare 15 mila euro per ciascuna delle due vittime piu’ grandicelle e 30 mila per quella piu’ piccina. Una quarta bimba non si e’ costituita parte civile. “Sono stati tre anni di battaglia – ha detto una delle mamme delle bambine in lacrime -. Non e’ una questione di anni o mesi, queste sono cose che non devono accadere. Il giudice – ha aggiunto la signora – ha saputo riconoscere e capire quello che e’ stato il reato”.

“Mia figlia non sta ancora bene – ha proseguito – ed e’ seguita da due dottoresse. Ha ancora gravi disturbi per lo stress e molta paura poiche’ e’ stata minacciata pure con un coltello” “Siamo soddisfatti – ha affermato l’avvocato Solange Marchignoli – E’ stata una sentenza sofferta che mi ha emozionata”.

Potresti leggere

Denise Pipitone, aperta nuova inchiesta su depistaggi

Sul caso di Denise Pipitone, la bambina sparita da Mazara del Vallo…

Hasib Omerovic, le foto e le chat dell’orrore della polizia: torturato prima del volo dalla finestra

“È una vicenda grave, il primo sentimento è di rammarico per quello…

Emanuela Orlandi, il Vaticano riapre le indagini sulla scomparsa della 15enne

La magistratura del Vaticano riapre il caso sulla scomparsa di Emanuela Orlandi.…