Ucraina, l'offensiva russa si estende sulle città dellì'Ovest: continuano i bombardamenti su Mariupol

“La bandiera ucraina sventola su Mariupol, la città è circondata, le forze russe hanno preso il controllo della periferia, la città è in un anello e si sta restringendo”. Lo dice il sindaco Vadym Boychenko, in un’intervista all’agenzia ucraina Unian. “Il 50% della popolazione di 540.000 persone è stata evacuata dalla città -ha detto il primo cittadino di Mariupol- e il 90% del patrimonio abitativo è stato danneggiato, 2.600 case”. La città  “ha bisogno di un’evacuazione completa -aggiunge Boychenko- Migliaia di persone sono morte, posso dire con certezza che questa cifra è molto più alta di 2187 (dati del consiglio comunale due settimane fa)”.

Ieri secondo quanto denunciato da Sergey Orlov, vice sindaco di Mariupol, nelle città a sud dell’Ucraina rasa al suolo dai bombardamenti russi si inizia a morire “per disidratazione e fame”. Ci sono “persone che stanno morendo per disidratazione e mancanza di cibo – ha detto – Alcuni muoiono per la mancanza di medicine, di insulina” e “perché le persone non riescono a trovare assistenza medica”. Ci sono “mamme che non hanno latte e che non hanno alimenti per i bambini”. “Non ci sono alimenti per i bambini in città”, ha incalzato intervistato dalla Bbc. Secondo Orlov il 70% degli ospedali di Mariupol è stato “distrutto dai bombardamenti”. Sarebbero circa 100mila le persone al momento bloccate a Mariupol. “Ccercano solo ogni possibilità per sopravvivere”, si “dividono il cibo, l’acqua, raccolgono legna per cucinare in strada” ha spiegato Orlov.

Potresti leggere

Dramma Covid, bimbo di 10 anni muore in ospedale

Un bambino di 10 anni è morto per complicanze legate al covid-19. Il…

Tre covi di Messina Denaro, trovata agenda con nomi, numeri e cifre

Qualche spunto per gli investigatori è emerso dopo aver setacciato ogni angolo…

Frana Ischia: primo funerale vittime, verifiche su abitazioni

Oggi e’ lutto cittadino a Lacco Ameno, uno dei 6 comuni dell’isola…