“Il nemico conosce bene le nostre proposte per la smilitarizzazione e la denazificazione dei territori controllati dal regime, l’eliminazione delle minacce alla sicurezza della Russia provenienti da li’, compresi i nuovi territori (le repubbliche di Donetsk e Lugansk e le regioni di Kherson e Zaporizhzhia).

Non resta che accettarle e realizzarle nel miglior modo possibile, altrimenti, la questione sara’ decisa dall’esercito russo”. sono queste le parole del ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, in una intervista alla Tass. Parole che sembrano essere quasi un ultimatum.

Potresti leggere

Massacro Bucha, ecco i video che inchiodano i soldati russi

Secondo quanto ricostruito dal media indipendente russo Meduza, che nelle scorse settimana…

Crollo funivia, Eitan è fuori pericolo: “Domani uscirà dalla Rianimazione”

Eitan non è più in pericolo di vita e tra qualche ore…

Ucraina sotto attacco dei missili russi: “Sistema elettrico sta per collassare, inverno più duro”

L’Ucraina continua a essere sotto attacco. Un massiccio attacco di missili russi…