Beppe Grillo e Giuseppe Conte

Questo esecutivo non rischia, nella misura in cui si ricordi per cosa e’ stato creato. Lo dice in un’intervista al Fatto Quotidiano Stefano Patuanelli, capodelegazione di governo del M5s e ministro dell’Agricoltura. Draghi “dice sempre che il governo va avanti se fa le cose, ma io aggiungo che dipende pure da cosa fa. Mettere in discussione la transizione ecologica, inserendo la norma sull’ inceneritore a Roma nel Decreto Aiuti, non mi sembra un buon viatico – spiega -. Cosi’ come andare al Parlamento europeo e criticare una misura come il Superbonus, rafforzata da questo governo e che per noi del M5S e’ un vanto”. Il Superbonus “e’ caratterizzato da una certificazione di congruita’ dei prezzi, ed e’ previsto un tetto massimo per alcune spese. La misura ha una cornice di regole molto chiare – aggiunge il ministro 5S -. Anzi per alcuni era troppo stringente, tanto che il ministro della Transizione Cingolani ha aumentato i massimali. Il vero problema e’ che cosi’ si e’ messo in agitazione il mondo imprenditoriale, in un momento gia’ di grande incertezza per la guerra”. Per quanto riguarda l’incenerimento dei rifiuti, “e’ il modo peggiore per estrarre energia dai rifiuti: esistono impianti ben piu’ in linea a livello europeo per farlo. Cosi’ abbiamo chiesto di riformulare il testo o di stralciarlo, o quanto meno di inserirlo in un altro decreto per votare misure che in larghissima parte condividevamo. Ma nulla di tutto questo ci e’ stato dato. Non abbiamo capito questa forzatura, ma non c’e’ stato alcun dibattito. Draghi ha semplicemente detto che non c’era la disponibilita'”.

Potresti leggere

Decreto Ucraina, via libera dal Senato. M5s votano sì

L’Aula del Senato ha detto si’ alla fiducia posta dal Governo al decreto…

Letta-Draghi: l’asse anti-Salvini

Il segretario del Pd Enrico Letta ha espresso, a quanto si apprende…

Renzi esce allo scoperto: “C’è il partito Draghi a cui dobbiamo dare una casa”

“C’è uno spazio che può salvare il Paese. È l’area Draghi, oggi,…