La Corte Costituzionale, riunita in camera di consiglio, ha finora ritenuto ammissibili 4 quesiti referendari in materia di giustizia: in particolare, si tratta di quelli sull’abrogazione delle disposizioni in materia di incandidabilita’ previste dalla legge Severino, sulla limitazione delle misure cautelari, sulla separazione delle funzioni dei magistrati e sulla eliminazione delle liste di presentatori per l’elezione dei togati del Csm.   I 4 quesiti sono stati ritenuti ammissibili, spiega Palazzo della Consulta, “perche’ le rispettive richieste non rientrano in alcuna delle ipotesi per le quali l’ordinamento costituzionale esclude il ricorso all’istituto referendario”.

Potresti leggere

Giorgia Meloni giura e diventa la prima donna premier in Italia, gli auguri dall’Europa

Giorgia Meloni questa mattina ha giurato nelle mani del presidente della Repubblica,…

Mino Raiola operato d’urgenza, il noto procuratore ricoverato al San Raffaele

Mino Raiola è ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano. Il noto procuratore…

Urgenza dilazione su progetti Pnrr, Calenda: “Se la Meloni sbraita in Europa le fanno pernacchia”

“Non ci sara’ prevenzione in Europa verso Giorgia Meloni, se dovesse divenire…