Il presidente russo Vladimir Putin “non deve vincere. Noi restiamo uniti a sostegno dell’Ucraina”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi durante la sessione dei lavori del G7 dedicata all’Ucraina, si apprende da fonti presenti a Elmau. “Siamo uniti con l’Ucraina – continua – perché se l’Ucraina perde, tutte le democrazie perdono. Se l’Ucraina perde, sarà più difficile sostenere che la democrazia è un modello di governo efficace.” Draghi ha ringraziato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky “per il benvenuto eccezionale a Kiev. La decisione di dare all’Ucraina lo status di candidato per l’Ue è importante per l’Ucraina, ma anche per l’Unione Europea. L’Unione Europea ha mutato in modo profondo il suo atteggiamento verso i Paesi vicini, la sua strategia di lungo periodo. E’ un cambiamento molto importante”, ha detto il premier, ribadendo concetti già espressi la settimana scorsa a Bruxelles. “Gli italiani – ricorda infine Draghi – hanno accolto gli ucraini, i loro bambini. Il governo ha fatto la sua parte, ma la parte più importante l’hanno fatta le autorità locali, le famiglie”.

Potresti leggere

Il Tribunale di Napoli gela Conte: rigettato ricorso

Il Tribunale di Napoli ha rigettato l’istanza avanzata dal Movimento 5 stelle…

Covid, obbligo mascherine al chiuso anche ad aprile

Non c’e’ alcun automatismo che possa definire da ora la decadenza dell’obbligo…

Consiglio Europeo, via allo status di candidate a Ucraina, Moldavia e Georgia. Si rallenta per i Balcani

A Bruxelles il summit di capi di stato Ue. Anche il presidente…