Vincenzo De Luca

“Di Maio un interlocutore? Per le dichiarazioni che ha fatto, credo proprio di sì”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, rispondendo alla domanda se ritiene il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, ieri uscito dal Movimento 5 Stelle, un possibile interlocutore nella costruzione di un’unica forza politica riformista. “Credo di sì – ha aggiunto De Luca – se parla di concretezza, di rifiuto della demagogia, se ricorda a me che uno non vale uno, se c’è una maturazione politica che va nella direzione della concretezza, che nasce dalla consapevolezza che cambiare la realtà non è un programma che realizzi con le battute e con gli slogan. Devi avere la conoscenza della macchina amministrativa, devi valorizzare le competenze, devi avere una tenacia feroce nel concretizzare i tuoi programmi, se si va in questa direzione io credo che possa essere un bene per l’Italia. Quindi l’apertura vale per tutti, per Di Maio e per altre componenti”.

Potresti leggere

Governo, la bordata degli industriali

I partiti dell’eterogenea coalizione dell’attuale Governo non hanno mai davvero condiviso uno…

Letta invoca il voto utile per non sparire

– Su Twitter il segretario del Partito democratico, Enrico Letta, ribadisce quanto…

Tajani frena Meloni leader: “Poi si vede”

L’incontro tra Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni e MAtteo Salvini “credo si terrà…