La decisione dei giudici dopo che la Cassazione aveva disposto un nuovo processo per rideterminare la pena Roma, 18 feb. (Adnkronos) – Condannato a un anno e dieci mesi l’ex sindaco di Roma Gianni Alemmano per traffico d’influenze e finanziamento illecito nell’ambito del procedimento stralcio su ‘Mafia capitale’. A deciderlo i giudici della quarta sezione penale della Corte d’Appello di Roma nel processo bis disposto dalla Cassazione per rideterminare la pena. Il procuratore generale aveva chiesto nell’udienza di questa mattina di condannare ALEMANNO, presente in aula, a due anni e mezzo. Lo scorso 8 luglio i giudici della sesta sezione penale della Corte di Cassazione avevano assolto l’ex sindaco, difeso dagli avvocati Cesare Placanica e Filippo Dinacci, dall’accusa di corruzione nell’ambito del procedimento stralcio su ‘Mafia capitale’. ALEMANNO era stato condannato in primo grado e in appello a 6 anni ma poi la Suprema Corte aveva annullato senza rinvio le accuse di corruzione, decidendo di far svolgere un nuovo processo di appello per rideterminare la pena, riqualificando il reato in traffico di influenze, per la vicenda dello sblocco dei pagamenti di Eur Spa. La Corte di Cassazione con la sentenza aveva confermato la responsabilità dell’ex sindaco ALEMANNO in relazione al reato di finanziamento illecito.

Potresti leggere

Conte si fa il suo partito. Addio 5stelle?

Dopo l’ordinanza con cui il Tribunale di Napoli ha congelato il nuovo…

Berlusconi a tutto spiano: “Brutta campagna elettorale, sinistra con squadra così non può decidere nulla”

Silvio Berlusconi ha commentato l’inizio della campagna elettorale. Il leader di Forza…

Guerra in Ucraina, Zelensky: “Russia sta completando genocidio”

“La Russia sta completando un genocidio“. E’ l’attacco del presidente Volodomyr Zelensky…