Il “fiuto” investigativo e il cane “antidroga” hanno portato i Carabinieri di Cimitile nelle prime ore dell’alba di qualche giorno fa nell’ abitazione di un giovane ventenne, che da indiscrezioni risulterebbe essere sospettato di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. E la perquisizione domiciliare ha permesso ai militari di rinvenire notevole quantità di hashish pronta per la vendita, materiale per il taglio e per il confezionamento, oltre ad una sospetta e grossa somma di denaro, ritenuta presunto provento dello spaccio. Il cane antidroga dei Carabinieri ha reso semplice la ricerca della droga, che per quanto si apprende risultava essere stata nascosta in casa; scoperto anche un possibile laboratorio artigianale. Il giovane è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La droga  sequestrata. I controlli proseguivano sui tetti delle palazzine popolari, dove i Carabinieri hanno eseguito – si è saputo – un lungo controllo. Ancora una volta un blitz nel nolano dell’Arma dei Carabinieri, sempre impegnata in prima linea contro il dilagante fenomeno dello spaccio di droga.
Potresti leggere

Enna, arrestato un prete: è accusato di violenza sessuale su minori

Secondo l’accusa, gli abusi sarebbero stati compiuti sia quando era ancora seminarista,…

Cade dal pianale del camion, operaio di 52 anni muore in provincia di Reggio Emilia

Ancora una morte bianca in Italia, ancora un decesso sul lavoro. Questo…

Giallo detenuto morto in cella, due giorni prima la notizia: “Esci dal carcere”

Un detenuto di 47 anni è morto nel carcere di Santa Maria…