Preoccupante crescita dei casi di infezione da West Nile in Veneto. All’ospedale di Padova, in pochi giorni, sono diventati 10 i pazienti in gravi condizioni ricoverati in terapia intensiva.

Complessivamente nell’ospedale della città euganea si trovano 15 malati. Lo rende noto l’azienda ospedaliera. “Alcuni di questi pazienti ospitati in terapia intensiva sono relativamente giovani, attorno ai 50-60 anni. I restanti sono anziani, colpiti duramente da questo virus, che quest’anno sembra particolarmente aggressivo” afferma il direttore generale dell’Azienda Ospedale Università Padova, Giuseppe Dal Ben.

Il primo caso umano della stagione è stato segnalato dal Veneto in giugno, nella provincia di Padova. Tra i casi confermati, prosegue l’Iss, sono stati notificati 13 decessi (8 in Veneto, 2 in Piemonte, 1 in Lombardia e 2 in Emilia-Romagna). Nello stesso periodo sono stati segnalati 3 casi di Usutu virus in donatori di sangue (2 Friuli-Venezia Giulia, 1 Piemonte).

Potresti leggere

Obbligo mascherine nelle scuole, Bassetti boccia la decisione: “Italia unico paese, non c’è evidenza scientifica”

“Rimaniamo l’unico Paese o uno dei pochi con l’obbligo della mascherina a…

Vaiolo delle scimmie, l’allarme dell’Oms: è un’emergenza sanitaria globale

Il vaiolo delle scimmie è un’emergenza sanitaria globale. Lo ha affermato oggi…

Dal Kosovo a Napoli per un’operazione al cuore, si prega per la piccola Irena

Operazione internazionale per cercare di salvare la piccola Irena, la bimba di…