Sono disperata, mi hanno riconosciuta da quel video“. Sono le parole della donna ucraina di 55 anni vittima della violenza sessuale andata in scena nella notte di domenica 22 agosto in pieno centro a Piacenza. Ascoltata dagli inquirenti dopo il ricovero in ospedale, la donna, che vive e lavora in Italia da anni, ha spiegato di essere turbata perché a causa della diffusione del filmato, pubblicato da alcuni media e ripreso dai politici sui social, in primis Giorgia Meloni (che però ha oscurato i protagonisti del filmato=.

Non si placano dunque le polemiche per la diffusione del filmato della violenza sessuale commessa da un 27enne della Guinea, richiedente asilo in Italia, e diventato virale in rete. La Procura di Piacenza lunedì ha aperto un fascicolo a carico di ignoti per il reato di ‘diffusione senza consenso di materiale riproducente atti sessuali‘ in relazione al video dello stupro. Sono in corso accertamenti della Questura e della Polizia Postale. Intanto Facebook, Instagram e Twitter hanno rimosso il filmato perché viola le loro regole. Al posto del tweet appare la scritta “Questo tweet ha violato le regole di Twitter”, corredata da un link che rimanda alle norme della piattaforma. Sui social del gruppo Meta, invece, le norme violate sono quelle relative al cosiddetto ‘Sfruttamento sessuale di adulti‘.

In mattinata c’è stata l’udienza di convalida del fermo del 27enne, operaio incensurato arrivato in Italia nel 2014 con uno sbarco sulle coste siciliane. Il Gip del Tribunale di Piacenza ha convalidato l’arresto per violenza sessuale aggravata e lesioni,  disponendo la custodia cautelare in carcere mentre l’avvocato dell’uomo, il legale Nadia Fiorani, aveva chiesto la scarcerazione. Secondo quanto riferito dall’agenzia Agi, il 27enne ha risposto alle domande del magistrato fornendo una versione dei fatti diversa: avrebbe infatti detto di non aver avuto alcuna volontà di fare del male alla donna, ma di essersi avvicinato per soccorrerla, pensando che stesse male e respingendo dunque le accuse. Il giovane, che risiede a Reggio Emilia, ha riferito di aver passato la notte tra sabato e domenica in una discoteca.

Potresti leggere

Aggredisce agenti e muore stroncato da infarto: il dramma di un detenuto con problemi psichiatrici

Un detenuto di 50 anni, affetto da problemi psichiatrici, è morto stroncato da un infarto dopo aver aggredito…

Trovato in casa con il cranio spappolato, fermato il figlio

Il figlio dell’uomo trovato morto nel tardo pomeriggio di ieri a San…

Sondaggione, Pd in caduta libera. Letta trema

Fratelli d’Italia supera il Pd e diventa secondo partito d’Italia: con il…