“Un anno fa la Federaione russa ha scioccato il mondo invadendo l’Ucraina. Russia aveva gia’ compiuto in passato aggressioni nei confronti dei propri vicini e non aveva mai spento le rivendicazioni su quelli che chiama i suoi confini storici. Ma nessuno avrebbe mai potuto immaginare un atto cosi’ grave”. Lo dice la premier, Giorgia Meloni in un videomessaggio in occasione dell’anniversario dell’aggressione russa dell’Ucraina. “Ci eravamo illusi, l’obiettivo di Putin era quello di far capitolare l’Ucraina per poi rivolgere le sue mire espansionistiche agli stati confinanti, non solo europei. Ma quel piano e’ fallito e Mosca ha dovuto fare i conti con l’eroica reazione disposto a tutto per difendere la loro liberta’ e con una cosa piu’ forte dei missili e dei carri armati, l’amore per la propria patria”, ha aggiunto Meloni. “Il popolo ucraino sta pagando un prezzo molto alto per questo, a Bucha e Irpini, l’ho visto con i miei occhi e non lo dimentichero’ – ha proseguito Meloni – ma l’Ucraina non e’ e non sara’ sola perche’ sta difednendo i valori di liberta’ e democrazia su cui nasce l’identita’ europea e le fondamenta stesse del diritto internazionale, senza il quale varrebbe solo la forza militare e ogni Stato del mondo riscierebbe di essere invaso dal proprio vicino. Non possiamo consentirlo ed e’ nostro dovere lavorare per arrivare a una pace giusta. Il mondo libero e’ debitore nei confronti delle donne e degli uomini ucraini – ha concluso – l’Italia e’ dalla loro parte”.

Potresti leggere

Baby gang in azione a Napoli, ambulante accoltellato da un gruppo di ragazzini in centro

Violenza in pieno centro a Napoli dove nella serata di martedì, poco…

Maresca frena su intesa con Fi e Lega

“Non ho ancora sentito Salvini, vedremo. Ripeto a noi interessa incontrare e…

Napoli, nasce il comitato di liberazione dalla camorra

Questa mattina alle 11, nella Chiesa San Vitale in piazza San Vitale,…