Ha soccorso i bambini in acqua, salvandoli dal mare agitato ma non è riuscito a guadagnare la riva ed è morto poco dopo. Tragedia nella mattinata di oggi, martedì 7 giugno, al lido dei Gabbiani di Castel Volturno (Caserta) dove un uomo, il gestore della struttura, ha perso la vita dopo aver salvato i minori che si trovavano in difficoltà tra le onde, a causa del mare molto agitato. La vittima si chiamava Rahhal Amarri, 42enne di origine marocchina ma da circa vent’anni residente nel comune del litorale domizio.

Il dramma si è consumato in Via del Mare, nella zona del Villaggio Coppola. Inutili i tentativi di soccorso degli altri bagnanti presenti e successivamente dei sanitari del 118. Per l’uomo che dovrebbe avere circa 40 anni, non c’è stato nulla da fare. Le indagini sono affidate alla Guardia Costiera di Castel Volturno.

Dai primi accertamenti effettuati, emerge che il 42enne, quando ha visto alcuni bambini in difficoltà, si è tuffato e con l’aiuto di un secondo soccorritore li ha riportati a riva, ma quando è arrivato sul bagnasciuga non è stato possibile rianimarlo.

Potresti leggere

Strage di Erba, Olindo attacca: “Io e mia moglie incastrati, c’è un testimone chiave”

A 16 anni dalla strage di Erba (Como) dove furono uccise quattro…

La tragedia a Palma Campania, il crollo della giostra: un miracolo

Il crollo della giostra avvenuto ieri sera in via Querce a Palma…

Tragedia del Mattarone, chiesto il rinvio a giudizio per il nonno del piccolo Eitan

La Procura di Pavia ha chiesto il rinvio a giudizio di Shmuel…