Strage in Texas

Possiamo fare di più e dobbiamo fare di più. Quando per l’amor del cielo affronteremo la lobby delle armi?“, così il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, dopo l’uccisione di 21 persone, 19 delle quali bambini, in una scuola del Texas. Secondo la ricostruzione della polizia, l’assassino è un giovane di 18 anni, che ha aperto il fuoco alla Robb Elementary School nella cittadina di Uvalde dopo aver acquistato un fucile in un negozio.

Strage in Texas

Il ragazzo, studente di una “High School” locale, è stato poi colpito a morte dagli agenti. Secondo Pete Arredondo, capo della polizia distrettuale di Uvalde, i primi colpi sono stati esplosi ieri alle 11.32 ora locale. Il giovane, identificato come Salvador Ramos, avrebbe agito da solo. Prima dell’assalto alla scuola, stando a fonti giornalistiche concordanti, avrebbe colpito la propria nonna. Tra le vittime anche un insegnante.

Il giovane killer

Ramos aveva acquistato due fucili il giorno del suo compleanno, ha detto il Senatore Gutierrez: “Questa è stata la prima cosa che ha fatto il giorno del suo 18esimo compleanno“. Il giovane killer aveva accennato sui social media che un attacco sarebbe potuto arrivare: “Ha suggerito che i bambini dovrebbero stare attenti“, ha concluso Gutierrez.

Potresti leggere

Ucraina, attacchi ad ospedali e ambulanze in aumento: l’allarme dell’OMS

C’è un altro aspetto della guerra in Ucraina che preoccupa non poco,…

Ischia, si continua a scavare: 4 dispersi

Si continua a scavare a ISCHIA. Proseguono, senza sosta, le operazioni di…

Campania, maxi sequestro di beni per imprenditore del clan

I Carabinieri del R.O.S. e i Finanzieri del Comando Provinciale di Caserta,…