Strage a Licata

Sono quattro le vittime della strage di Licata avvenuta, sembra per una lite in famiglia, compresi due minori di 15 e 11 anni. Uccisi in casa dall’assassino che si è poi suicidato a sua volta. L’inferno è stato scatenato in un’appartamento di via Riesi nella località siciliana.

Strage a Licata

L’uomo, Angelo Tardino, 48 anni, ha ucciso con colpi di pistola il fratello, la cognata e due nipoti prima di fuggire. Braccato dei carabinieri ha deciso di togliersi la vita in una strada distante dal luogo della strage, in contrada Safarello.

Strage a Licata: i fatti

Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, basata sulle testimonianze di alcuni vicini, la strage sarebbe stata originata da una lite in famiglia per motivi di interesse legati alla suddivisione di alcuni terreni dove coltivano carciofi. Le indagini sono coordinate dal Procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio.

Potresti leggere

Draghi da Washington: “Questa guerra produrrà grossi cambiamenti in Europa. Ora chiediamoci come costruire la pace”

“L’Europa e’ l’alleato degli Usa, quindi le sue visioni non sono in…

Quirinale, salta vertice di maggioranza. Ancora stallo

– Nel M5S si fa largo l’idea di astenersi per poi puntare…

Camorra, blitz della Polizia: 8 arresti

La Squadra Mobile di Caserta, con la collaborazione di quella di Asti,…