Sono due sorelle di 15 e 17 anni di Bologna le ragazze travolte e uccise da un treno Frecciarossa alla stazione di Riccione. Si chiamavano Giulia, la maggiore, e Alessia Pisanu e vivevano con la famiglia a Madonna di Castenaso. L’incidente mortale è avvenuto poco prima delle 7 di domenica 31 luglio quando le due giovani hanno attraversato i binari della stazione mentre transitava il treno alta velocità diretto a Milano. Un impatto violentissimo. La dinamica dell’incidente è al vaglio della polizia ferroviaria: visionate le telecamere di videosorveglianza presenti nella stazione che hanno ripreso l’attraversamento dei binari e l’impatto con il treno e raccolte le testimonianze dei presenti.

Le due giovani sono state identificate anche grazie a uno dei due cellulari ritrovato vicino ai corpi. L’altro, stando alla testimonianza di un barista della stazione che riporta la conversazione avuta con una delle due ragazze, “me lo hanno rubato”. La polizia ha rintracciato il padre delle due ragazze, e l’uomo si sta recando all’obitorio dell’ospedale di Riccione per l’identificazione ufficiale delle salme.

Stando al racconto di Pietro, che gestisce il bar della stazione, “stavo caricando il distributore delle bibite, erano circa le 6.30/6.40 quando mi si è avvicinata una bellissima ragazza vestita di nero che mi chiede qualcosa ma ho subito capito che non era in sé”.

Secondo il titolare dell’esercizio commerciale, sentito dall’agenzia Agi, una delle due ragazze ha attraversato i binari scalza: “Mi ha detto – prosegue – che non aveva soldi e che le avevano rubato il telefonino. Successivamente si è allontanata di due metri e si è incontrata con una sua amica vestita di verde e con gli stivali in mano quando all’improvviso si sono dirette al binario 2 dove era fermo il treno per Ancona. Quando ho capito cosa volessero fare ho urlato, tutti dietro di me hanno urlato, poi ho sentito il fischio fortissimo del treno e una botta tremenda. Poi non ho capito più nulla, tutti urlavano”. 

Altre testimonianze riferirebbero di ragazze viste arrivare in stazione e attraversare i binari barcollando, probabilmente dopo una nottata trascorsa nei locali della movida romagnola.

Una dei testimoni racconta al Corriere Tv: “Una delle ragazze è entrata qui nel bar in cerca di un bagno, poi sono uscite e le ho viste sotto al treno”.

Al momento non si esclude nessuna ipotesi: da un attraversamento imprudente, a un litigio tra le due finito sui binari, a un tentato suicidio di una delle due con l’altra che tenta di fermarla ed entrambe finiscono travolte dal treno in corsa.

Potresti leggere

Mosca accusa Washington: “E’ diventata parte del conflitto con l’Ucraina”

Mosca accusa Washington di essere ‘di fatto’ diventata parte del conflitto ucraino e dice…

Berlusconi insiste su Casellati. Meloni infuriata

Prima annuncia un accordo per affidare il ministero della Giustizia a Elisabetta…

Qatar: media, Giorgi ha confessato, gestiva i contanti. Cozzolino nei guai

Davanti agli inquirenti belgi Francesco Giorgi ha confessato di aver fatto parte…