Messi alla gogna per vendetta o per un possibile ricatto. Sono giorni da incubo per un medico e una infermiera dopo la diffusione di un breve video, relativo a tre anni fa, dove i due sanitari venivano ripresi mentre facevano sesso all’interno del Pronto Soccorso dell’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia, comune in provincia di Napoli. L’episodio è avvenuto in una stanza che prima dello scoppio della pandemia era destinata agli operatori sanitari e che ora è stata trasformata per accogliere i pazienti dell’ala Covid.

“Il video delle scene di sesso è di tre anni fa, questo mi lascia pensare che c’è un’azione di ritorsione in corso nei confronti dei due protagonisti”. A dirlo è Gennaro Sosto, direttore generale dell’Asl Napoli 3 Sud che gestisce l’ospedale stabiese. Le immagini infatti sono state riprese da una telecamera nascosta e inviate al quotidiano Metropolis attraverso una pen drive. “Saremo abbastanza cauti, perché non abbiamo evidenza che fossimo in orari di lavoro e non erano stanze di degenza, ma dobbiamo approfondire. Potrebbe essere un momento in cui entrambi potevano non essere in servizio, cambierebbe poco, serve solo capire quali provvedimenti prendere” spiega.

Secondo Sosto, il filmato aveva come obiettivo non quello di denunciare uno scandalo ma “un’operazione di discredito nei confronti di queste persone”. La stessa Asl, che ha avviato una indagine interna sulla vicenda, ha annunciato intanto un esposto in Procura di Torre Annunziata per far luce su quanto accaduto, “soprattutto se questi episodi sono avvenuti durante l’orario di servizio” ma anche per “capire perché quella telecamera fosse lì e chi ha poi registrato e diffuso le immagini” e chi ha filmato quelle scene e avviato la circolazione del video.

Per Sosto “si tratta di un’azione strumentale” quella che ha portato alla diffusione del video perché “tutti gli operatori sanitari, compreso i due protagonisti del video, hanno dato un grande contributo all’azienda durante la pandemia”.

 

Potresti leggere

Incendi: a Pozzuoli rogo esteso 23 ettari, mezzi aerei in volo

Un incendio che copre un’area di 23 ettari a Pozzuoli, sul monte…

Strage di Cutro, Mattarella in visita ai bimbi in ospedale con giocattoli e peluche

Sono quindici i superstiti del naufragio al largo delle coste di Steccato di Cutro ricoverati all’ospedale…

Terremoto a Perugia, scossa di magnitudo 4.4: persone in strada

Ha avuto una magnitudo tra 4.3 e 4.8 il terremoto registrato alle…