E’ in corso un’operazione di POLIZIA contro la ‘Ndrangheta, coordinata dalla Procura di Torino, che vede impegnati oltre 200 donne e uomini della Direzione Investigativa Antimafia (Dia) e un centinaio di unita’ di polizia, dei carabinieri e della guardia di finanza. L’operazione, denominata ‘Platinum-Dia’, rappresenta secondo gli inquirenti “un duro colpo” alla ‘ndrangheta. Oltre che il territorio italiano, sono interessate Germania, Romania e Spagna. Numerose le misure di custodia cautelare e le perquisizioni, emesse dal Tribunale di Torino su richiesta della Direzione distrettuale antimafia (Dda) piemontese e coordinata dalla Direzione nazionale antimafia (Dna), in Italia ed in Germania, nei confronti di soggetti ritenuti affiliati alla ‘ndrangheta. Si tratta di soggetti attivi nel “locale” di Volpiano (Torino), considerati terminale economico della famiglia Agresta di Plati’ (Reggio Calabria), nonche’ nei confronti di esponenti della famiglia Giorgi, detti “Boviciani”, di San Luca, ritenuti responsabili di narcotraffico internazionale ed attivi in Piemonte, Calabria, Sardegna e, in Germania, nel Land del Baden Wu’rttemberg, nelle localita’ turistiche del Lago di Costanza. Una vera e propria “rete mafiosa europea”, come la definisce il presidente della commissione Antimafia Nicola Morra, rivolgendo un plauso al personale della Dia. Sequestrati numerosi beni, tra cui aziende cooperative ed edili, immobili, auto, conti correnti bancari e postali per diversi milioni di euro, tra cui societa’ che gestiscono bar e torrefazione a Torino.

 

Seguici sulla nostra Pagina Facebook Il Rinascimento.

Potresti leggere

Schianto tra due auto nel Trevigiano, muoiono due donne che viaggiavano assieme

Ancora sangue sulle nostre strade, tragico il bilancio dell’ultimo incidente avvenuto nella…

Donna trovata morta in una pozza di sangue, autopsia conferma omicidio: fermato il marito

Naima Zahir, la 45enne originaria del Marocco, ritrovata sabato sera senza vita…

Detenuto in attesa di giudizio si toglie la vita in carcere, legale aveva chiesto istanza scarcerazione

Suicidio in carcere. Un detenuto di 54 anni, in attesa di giudizio,…