Referendum sul reddito di cittadinanza

“Vogliamo abolire il Reddito di cittadinanza e come previsto dalla legge dal 15 giugno partira’ la raccolta ufficiale di firme. Ma vogliamo soprattutto cambiare il mondo del lavoro per i piu’ giovani”. Lo scrive su Facebook il segretario di Italia viva, Matteo Renzi.

Referendum sul reddito di cittadinanza

“Dal 15 giugno partiamo per la raccolta di firme per l’abolizione del Reddito di cittadinanza. Strumento sbagliato, va riscritto tutto. Siamo al paradosso che spendiamo un sacco di soldi ma ci sono poveri senza aiuto, disoccupati senza proposte di lavoro, aziende senza lavoratori, piu’ lavoro nero. Ci vogliono piu’ soldi per la lotta alla poverta’, risorse direttamente alle aziende che assumono, piu’ soldi in busta paga a chi lavora”. Lo scrive sui social il presidente di Italia Viva Ettore Rosato.

Da Italia Viva al ministro Orlando

Il Reddito di cittadinanza non e’ responsabile della carenza dell’offerta di lavoro. Lo ha detto il ministro del Lavoro Andrea Orlando ai microfoni di Rtl 102.5 spiegando che “stanno entrando in vigore delle norme che consentiranno di fare due chiamate di lavoro e in caso di mancata risposta ci sara’ un decalage e poi una perdita del Rdc. Io mi sentirei di dire – ha sottolineato il ministro – che se un impatto c’e’ e’ abbastanza contenuto”.

Giuseppe Conte

“Meloni e Renzi si intendono benissimo, soprattutto su un punto: forti con i deboli e molto sensibili, invece, verso gli interessi di chi gia’ conta, e tanto. Orgogliosi di dare voce a chi, per questa politica lontana dalla realta’, e’ solo un rumore di fondo. A chi per loro non conta”. Lo scrive il presidente del M5s, Giuseppe Conte, in un post su Facebook. “Al peggio non c’e’ mai limite. Non solo non si interessano delle persone in difficolta’, ora le umiliano anche. Santanche’, compagna di partito di Giorgia Meloni, va in tv a puntare il dito contro un ex imprenditore in situazione di difficolta’, che percepisce il Reddito di cittadinanza.

Lo umilia pubblicamente accusandolo di non essere un esempio dignitoso per i suoi figli e intimandolo di andare a lavorare perche’ e’ ‘robusto’ e ‘paffuto’. Nessuna attenzione verso la sofferenza, nessun senso di umanita’. Un piano ben preciso, quello degli esponenti di Fratelli d’Italia: togliere a chi non ha per dare a chi gia’ ha e tanto. Sono dei Robin Hood al contrario. Tanto che alcune settimane fa il partito di Meloni ha lanciato una brillante proposta: togliere Reddito e pensioni di cittadinanza agli italiani che non riescono a sopravvivere per investire sulle armi, con occhio molto attento alle lobby di settore.

Nella guerra agli ultimi, spicca anche il redivivo Renzi, che non accetta mai di farsi superare, soprattutto negli errori: ha appena annunciato di voler raccogliere le firme per togliere a centinaia di migliaia di famiglie, di giovani precari, anziani e disabili un Reddito che gli permette di arrivare a fine mese. Il programma e’ gia’ pronto: un giorno sara’ ai banchetti per togliere aiuti alle fasce di popolazione in difficolta’ economica e un altro in Arabia Saudita per continuare le sue conferenze lautamente retribuite che magnificano il rinascimento democratico, giusto per arrotondare lo stipendio da senatore”.

Potresti leggere

“Fai la fine di Falcone se tocchi il reddito di cittadinanza”, minacce di morte a Mario Draghi

Un invito a ‘non toccare il Reddito di cittadinanza’, altrimenti Draghi ‘fa…

Italia, riparte il turismo: è boom dopo la crisi del covid. A Pasqua la ‘regina’ è Napoli

Poco più di 92 milioni di arrivi e quasi 343 milioni di…

La guerra del Gas, Mosca chiude il Nord Stream: “Aumenteranno i costi”

La Russia “nel nostro caso ha ridotto del 15% i flussi normali”…