Ha tenuto segregato in casa e picchiato lo zio di 57 anni, con problemi psichici, diffondendo sul web i video dei maltrattamenti: un 25enne è stato arrestato dai carabinieri a Mottola, nel tarantino. Gli investigatori sono venuti in possesso di uno dei filmati diventati virali che ritraevano un giovane che percuoteva una persona con evidenti problemi di natura psichica, anche con l’uso di un bastone. Dall’analisi delle immagini sono riusciti a individuare sia l’aggressore, noto alle forze dell’ordine, che la vittima.

Potresti leggere

Guerra Ucraina tra vittime civili e fosse comuni: il bilancio drammatico

Secondo il comune di Mariupol, sarebbero quasi 1600 le vittime civili dall’inizio…

Ragazzino morto durante escursione, il dolore del papà: “Ditemi cosa è successo”

Era il suo primo ritiro con la polisportiva dove giocava a calcio. Dalla gioia al dramma,…

Migranti, famiglia e Ucraina: la premier Meloni a colloquio con Papa Francesco

La premier Giorgia Meloni in Vaticano con la famiglia, la figlia Ginevra…