Ancora bufera sui vaccini e l’obbligo di vaccinarsi per gli operatori sanitari. Trecento operatori sanitari e medici di Brescia, Cremona, Bergamo e Mantova hanno presentato ricorso al TAR di Brescia chiedendo l’annullamento dell’obbligo vaccinale.

La notizia è stata riportata da ‘Il giornale di Brescia’. L’udienza e’ prevista il 14 luglio. “Non e’ una battaglia no vax, ma una battaglia democratica. Qui si obbliga una persona a correre un rischio altrimenti gli viene impedito di svolgere la professione”, queste le parole dell’avvocato Daniele Granara che ha presentato il ricorso contro AST Bergamo, ATS Brescia, ATS Val Padana e ATS Montagna.

Potresti leggere

La svolta. Mosca, pronti a dialogo su ogni tema ma ci vuole rispetto

“Il nostro Paese non si e’ mai escluso dai contatti internazionali. Siamo…

Massacro di Bucha, le testimonianze orribili: “Donne sparate nelle parti intime, bimbi legati”

I corpi di donne martoriati con colpi d’arma da fuoco nelle parti intime e parzialmente carbonizzati.…

Combattente italiano ucciso in Ucraina, la mamma di Giorgio Galli: “Era lì contro le ingiustizie”

Aveva 27 anni e si chiamava Benjamin Giorgio Galli il foreign fighter…