Ancora bufera sui vaccini e l’obbligo di vaccinarsi per gli operatori sanitari. Trecento operatori sanitari e medici di Brescia, Cremona, Bergamo e Mantova hanno presentato ricorso al TAR di Brescia chiedendo l’annullamento dell’obbligo vaccinale.

La notizia è stata riportata da ‘Il giornale di Brescia’. L’udienza e’ prevista il 14 luglio. “Non e’ una battaglia no vax, ma una battaglia democratica. Qui si obbliga una persona a correre un rischio altrimenti gli viene impedito di svolgere la professione”, queste le parole dell’avvocato Daniele Granara che ha presentato il ricorso contro AST Bergamo, ATS Brescia, ATS Val Padana e ATS Montagna.

Potresti leggere

Lettera di mille sindaci a Draghi: “Resta”, furia Meloni

Una lettera firmata da almeno mille sindaci, secondo il primo cittadino di…

Estate rovente, in arrivo quarta ondata di calore: caldo opprimente e picchi oltre i 40°

E’ durata poco la tregua dal caldo in Italia. Entro il prossimo…

Rincari bollette, Calenda attacca la Meloni: “Mente, impossibile riduzione del 30%”

Carlo Calenda torna ad attaccare Giorgia Meloni. Il leader di Azione su…