Ancora bufera sui vaccini e l’obbligo di vaccinarsi per gli operatori sanitari. Trecento operatori sanitari e medici di Brescia, Cremona, Bergamo e Mantova hanno presentato ricorso al TAR di Brescia chiedendo l’annullamento dell’obbligo vaccinale.

La notizia è stata riportata da ‘Il giornale di Brescia’. L’udienza e’ prevista il 14 luglio. “Non e’ una battaglia no vax, ma una battaglia democratica. Qui si obbliga una persona a correre un rischio altrimenti gli viene impedito di svolgere la professione”, queste le parole dell’avvocato Daniele Granara che ha presentato il ricorso contro AST Bergamo, ATS Brescia, ATS Val Padana e ATS Montagna.

Potresti leggere

Guerra Ucraina, due giornalisti uccisi dalle bombe russe

Un cameraman di Fox News, Pierre Zakrzewski, 52enne di origini irlandesi, e…

Parrucchiere napoletano taglia capelli gratis per raccolta solidale in favore di una donna malata

Lavorera’ gratis per l’intera giornata di domenica in cambio di donazioni a piacere in…

Fini promuove Meloni e boccia Salvini: “Sotto choc dopo voto, Berlusconi è responsabile”

“Quando nacque Fratelli d’Italia c’era scetticismo totale a destra, io per primo dicevo: ma dove…