Un primo logo, semplicissimo con nome e cognome su sfondo azzurro, le pagine ufficiali Facebook e Instagram e un blog con riflessioni sul porto, su Bagnoli e sul Parco Virgiliano. Catello Maresca muove i primi passi del percorso che lo porterà all’annuncio della candidatura a sindaco di Napoli nel giorno in cui incassa il sì del Consiglio superiore della Magistratura alla sua richiesta di aspettativa. Il 49enne “magistrato di professione e scrittore per diletto e interesse culturale”, come si definisce nella biografia, sarà con ogni probabilità il candidato sostenuto dai partiti di centrodestra, Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia, ma anche nella richiesta di aspettativa ha ribadito la natura “civica” della sua candidatura; non a caso, sempre nella biografia, dopo l’elenco dei risultati conseguiti nella sua lunga attività di sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia di Napoli, cita con orgoglio il suo impegno “come volontario in associazioni che si occupano di cura e assistenza dei poveri” e per “la formazione professionale, l’insegnamento di un mestiere e la collocazione al lavoro di ragazzi difficili di Napoli”.

Un passaggio è dedicato anche all’associazione “Accademia delle arti, mestieri e professioni” da lui fondata insieme all’imprenditore-editore Rosario Bianco “che distribuisce beni di prima necessità a chi ne ha bisogno e attraverso corsi di formazione professionale riesce a inserire nel mondo del lavoro giovani che riescono così a lasciare la mala vita e a tornare sulla retta via, lavorare, sposarsi, mettere su famiglia e vivere come bravi cittadini”. Dall’aspetto “civico” anche il logo scelto da Maresca, semplice e privo di riferimenti a partiti o a precise aree politiche: nome e cognome scritti in bianco con sfondo azzurro, colore base anche del blog ‘catellomarescablog.it’. Tra i primi temi affrontati sul blog, alcuni dei nodi storici della politica napoletana: la bonifica di Bagnoli, non a caso definita “una storia infinita”, ma anche il porto di Napoli considerato “necessario per il rilancio dell’economia cittadina” e la cura del verde pubblico a Napoli, partendo dal caso del Parco Virgiliano di Posillipo.

Sulla pagina Facebook compare anche un primo slogan: “Regole chiare, poteri precisi e rispetto”. Tutto pronto quindi, manca solo l’annuncio ufficiale della candidatura che dovrebbe arrivare entro pochi giorni

Potresti leggere

Silvio Berlusconi sul Green Pass: “Una misura di buon senso, minoranza irrilevante che contesta”

Il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi, in un suo intervento sul…

Salvini lancia il giudice (di Bruno Vespa) per Roma

A differenza di Pd e 5Stelle, che litigano e andranno separati alle…

Sondaggione, cala Meloni. Lega prima

La Lega resta primo partito, mentre FdI frena leggermente, restando comunque a…