Questa mattina siamo insieme ai lavoratori di Giugliano, convocati a un consiglio comunale monotematico sul sito Leonardo di Giugliano, per scongiurare la chiusura dello stabilimento”. Cosi’ Crescenzo Auriemma, segretario generale Uilm Campania, che con le tute blu del sito produttivo in provincia di Napoli ha preso parte al corteo e alla successiva assise municipale con il sindaco, Nicola Pirozzi, e alla quale hanno partecipato anche politici locali e nazionali. “Siamo contrari allo spostamento dei centri di ricerca e di sviluppo, che sono fondamentali per la crescita dell’elettronica. Non possiamo permettere che le nostre intelligenze si spostino altrove”, ha aggiunto Auriemma ribadendo il ‘no’ al trasferimento dei lavoratori nella fabbrica di Bacoli-Fusaro. Il Consiglio comunale produrra’ un documento nel quale si confermera’ la contrarieta’ della Citta’ alla chiusura della Leonardo. Il leader dei metalmeccanici campani della Uil ha accolto con favore l’assunzione di un gruppo di giovani del quartiere napoletano Scampia nel sito del Fusaro, ma ne ha stigmatizzato le modalita’: “Abbiamo saputo dell’iniziativa dai giornali, non c’e’ stata alcuna comunicazione ai sindacati. Nuovi posti di lavoro ci rendono sempre felici, ma questi sono insufficienti e ci auguriamo che si triplichino. Scegliere di assumere dei lavoratori di Scampia e’ una risposta fondamentale rispetto alle condizioni dei lavoratori maggiormente in difficolta’ dell’area campana, ma tutto questo non basta”, ha concluso Auriemma.

Potresti leggere

Putin ha un cancro ed è scampato a un assassinio: il report Usa

Vladimir Putin è malato di cancro e lo scorso aprile, a oltre un…

Calenda e la data di scadenza sul Governo: “Massimo sei mesi, coalizione troppo litigiosa”

Carlo Calenda non si definisce deluso dopo i risultati delle elezioni, in…

Sanremo: Fuortes con ambasciatore Ucraina, ora ristabiliamo la verità

“È un piacere essere qui con l’ambasciatore Yaroslav Melnyk, che ha accettato…