Va con la figlia di 10 anni al lido ma inizia a bere e decide di lasciarla da sola per tutto il pomeriggio, appartandosi nelle vicinanze con un uomo. Sono state le lacrime della piccola ad attirare l’attenzione dei gestori dello stabilimento balneare presente sul lago di Como. Da qui è partita la richiesta d’intervento alla polizia con gli agenti che dopo ben 40 minuti di ricerche, hanno trovato la donna seminuda, appartata con un uomo e in evidente stato di ebbrezza.

Stando a quanto ricostruito dal quotidiano “La Provincia di Como”, la donna, una 40enne di nazionalità russa residente a Segrate, è stata denunciata per abbandono di minore e atti osceni in luogo pubblico. L’episodio risale a domenica 22 agosto quando madre e figlia sono arrivate al lido “Giulietta al lago” nel primo pomeriggio e la donna si è più volte allontanata, ubriaca, in un caso appartandosi con un uomo e lasciando sempre la bambina sola.

L’allarme è scattato intorno alle 19, quando la bambina, resasi conto che la madre non tornava più, ha iniziato a piangere. La circostanza è stata notata dai gestori del lido che hanno avvicinato la piccola facendosi raccontare cosa non andava. Da qui la richiesta d’intervento alla polizia. Per gli agenti, una volta giunti sul posto, non è stato facile rintracciare la donna, trovata dopo ben 40 minuti a un centinaio di metri dal lido.

Era seminuda e in evidente stato di ebbrezza. Accompagnata in questura con la bambina, si è opposta alla richiesta di fornire le sue generalità. E’ stata la figlioletta a dire agli agenti il nome e il cognome della madre denunciata anche per rifiuto di fornire le generalità, per essere senza documenti e per ubriachezza molesta. La bambina, sentito il tribunale dei minori, è stata invece affidata ad una vicina di casa di origine ucraina.

Potresti leggere

Sangue nel Foggiano, parcheggiatore abusivo ucciso davanti a un lido balneare

Un uomo di 52 anni è stato assassinato questo sabato mattina davanti…

Falsi diplomi e lauree, in manette candidata Forza Italia alle municipali di Roma

Lauree e diplomi falsi, arresti in Calabria. Una delle principali indagate nell’inchiesta…

Napoli, operazione alto impatto: 45 denunce

Mercoledì mattina gli agenti del Commissariato di Frattamaggiore, con il supporto del…