“In occasione della finale di Euro 2020 al Wembley Stadium di Londra domenica 11 giugno alle ore 21, la Uefa ha concordato con le autorità britanniche la possibilità per un numero massimo di 1000 tifosi provenienti dall’Italia di recarsi a Londra per assistere alla sfida conclusiva del torneo. L’iniziativa prevede comunque il rispetto di una serie di condizioni attraverso le quali poter derogare le attuali disposizioni relative alla necessaria quarantena imposte dal Governo britannico per i viaggiatori provenienti dall’Italia”.

Lo scrive la Federcalcio, fornendo le istruzioni per la trasferta. “Nello specifico i tifosi provenienti dall’Italia potranno rimanere nel territorio britannico per un massimo di 12 ore; dovranno raggiungere Londra rispettando il concetto di ”bolla di sicurezza” tramite l’utilizzo esclusivo di voli charter e di trasporti dedicati dall’aeroporto di arrivo a Londra fino al Wembley Stadium e viceversa, che verranno organizzati direttamente dalla FIGC; al Wembley Stadium sarà dedicato loro uno specifico settore dell’impianto per garantire la bolla di sicurezza; compilare un formulario online nelle 48 ore precedenti la partenza”.

“Inoltre, tutti i tifosi che viaggeranno alla volta di Londra dovranno esibire la prova di un test Covid Pcr (tampone molecolare) con risultato negativo da effettuarsi tassativamente dopo le ore 15 del 9 luglio 2021 (requisito necessario per entrare in Gran Bretagna). Per consentire, inoltre, il rispetto delle attuali normative del Governo italiano in merito al rientro in Italia, si consiglia vivamente di effettuare tale tampone nella giornata di sabato 10 luglio. Infine, così come previsto dalle attuali normative e disposizioni del Governo italiano e del Ministero della Salute, al rientro in Italia tutti i tifosi dovranno effettuare obbligatoriamente 5 giorni di isolamento fiduciario presso la propria abitazione o dimora, nonché effettuare un ulteriore test molecolare o antigenico al termine dei 5 giorni di isolamento”.

I tifosi che vorranno aderire all’iniziativa dovranno necessariamente utilizzare i voli charter e i trasporti interni in Inghilterra organizzati dalla FIGC attraverso l’agenzia Carlson Wagonlit Travel. La partenza dei voli charter è prevista nella tarda mattinata o primo pomeriggio dell’11 luglio da Roma e da Milano, a seconda delle prenotazioni, e il rientro in Italia avverrà al termine della gara. Il costo del servizio del pacchetto trasporti è di 610 euro a persona. L’acquisto del pacchetto garantisce di conseguenza la possibilità di acquistare separatamente il biglietto della finale, successivamente alla conferma del viaggio, tramite il portale biglietteria della Uefa. I tagliandi a disposizione dei tifosi azzurri destinati dalla Uefaper tale iniziativa sono della categoria Fans First il cui costo è di 95 euro. Tutti gli interessati dovranno far pervenire la propria adesione entro le ore 11 di domani 8 luglio 2021. Il servizio verrà confermato a seguito del numero di adesioni raggiunte. I possessori di una Membership Card Vivo Azzurro beneficeranno di condizioni agevolate per effettuare la prenotazione; l’iniziativa è valida fino ad esaurimento dei posti disponibili”.

Potresti leggere

“Football come back to Rome!”, i campioni d’Europa sbarcano a Roma con la coppa: grande festa per la vittoria dell’Italia a Wembley

L’Italia è campione d’Europa, battendo 4-3 l’Inghilterra ai rigori nella finale di…

Formula 1 cancella il Gp di Australia a causa della pandemia: è il secondo anno di fila

La Formula 1 ufficializza la cancellazione del Gp di Australia dal calendario 2021, a…

Superlega, JP Morgan fa mea culpa: “Valutato male il progetto”

“Abbiamo chiaramente valutato male” l’impatto del progetto Superlega. Mea culpa della banca…