Una persona allettata è morta in seguito a un incendio avvenuto nel primo pomeriggio, intorno alle 16.15 in una palazzina in via Agostino Richelmy, nel quartiere Aurelio a Roma. Sul posto sono intervenute ben otto squadre dei vigili del fuoco.

Il rogo, le cui cause sono in corso di accertamento, ha coinvolto due dei sei piani dell’edificio. Diversi inquilini che non sono riusciti a uscire in strada autonomamente perché bloccati dal fumo e dalle fiamme, sono stati soccorsi con l’autoscala, fatti evacuare da terrazze e finestre e portati al sicuro.

Ma durante le operazioni di spegnimento una persona, probabilmente allettata – spiegano i vigili del fuoco – è stata trovata deceduta. Sul posto sono intervenuti medici del 118, Italgas, Acea e polizia.

Secondo quanto riporta Repubblica, la vittima si trovava all’ultimo piano insieme alla moglie e a due nipotini. Quest’ultimi sono rimasti sotto choc quando hanno capito che il nonno, che aveva 76 annu, non è riuscito a lasciare l’appartamento e a mettersi in salvo. I vigili lo hanno trovato senza vita nel letto.

Potresti leggere

‘Ndrangheta, colpo al clan Flachi: 13 gli arresti

Con il fermo di 13 persone in corso da stamane da parte…

Sei scippi in poche ore, donna cade e muore in ospedale

Passa dagli arresti domiciliari al carcere lo psicoterapeuta di 45 anni, già fermato…

Padre e figlio morti annegati, altri due fratellini in ospedale: dramma in Campania

Un bimbo di circa sei anni morto in mare, il fratellino di…