Chi si tuffa nel laghetto artificiale, chi prende in braccio il figlioletto e corre a ripararsi dietro un albero, chi fugge nella direzione opposta alle esplosioni provando a evitare schegge e detriti che piovono dal cielo. Sono i momenti di panico, immortalati in un video, immediatamente successivi all’attentato al centro commerciale di Kremenchuk, cittadina situata nella zona sud-est dell’Ucraina, a circa 250 km dalla capitale Kiev, avvenuto lunedì 27 giugno. Struttura devastata da due missili russi (con il Cremlino che nega ogni responsabilità) con un bilancio delle vittime ancora provvisorio: si parla di almeno 20 persone uccise, 60 ferite e circa 40 disperse.

Le telecamere di sicurezza di un parco pubblico poco distante dal centro commerciale hanno ripreso il momento dell’esplosione da diverse angolazioni. Scene di panico di una tranquilla giornata d’estate sconvolta da un attacco inspiegabile e gratuito che testimonia, se ancora ve ne fosse bisogno, l’orrore e l’imprevedibilità della guerra, con la Russia che ha colpito a chilometri di distanza dal Donbass, zona dove si combatte da settimane. L’onda d’urto dell’esplosione ha una potenza pazzesca che sbatte letteralmente a terra le persone che camminano nel parco a poca distanza dal luogo della strage. Anche gli uccelli impazziscono e volano in modo confuso tra le schegge.

Potresti leggere

Morto il ‘re’ del manga e dei cartoni animati giapponeso: addio a Akira ‘Leiji’ Matsumoto

Akira ‘Leiji’ Matsumoto, mangaka leggenda dell’animazione giapponese e padre del pirata spaziale…

Mosca impone la resa ai resistenti di Mariupol: “Deponete le armi o vi uccideremo tutti”

La resistenza di Mariupol. L’avvertimento del Cremlino alla resistenza della città costiera. “Arrendetevi o vi stermineremo”

Ucraina, alta tensione Usa-Russia: Washington invia armi pesanti e Mosca avvia esercitazioni nucleari

Gli Usa forniranno all’Ucraina sistemi missilistici “più avanzati” per colpire “obiettivi strategici”,…