Salvini

“Bisogna iniziare a dire la verita’ sul Piano nazionale di ripresa e resilienza, che sono fondi a prestito e quindi a debito. Stanti gli attuali costi dell’energia e delle materie prime, meta’ delle opere scritte rimarranno ferme. Occorre essere molto attenti e prudenti. Motivo per cui alcuni ministri strategici e’ impensabile toccarli e dal mio punto di vista lo stesso presidente del Consiglio, Mario Draghi, che e’ stato il regista di questa operazione, e’ complicato ipotizzare di rimuoverlo”. Lo ha affermato il segretario della Lega, Matteo Salvini, durante la conferenza stampa del partito, a Montecitorio, dal titolo “Caro bollette e provvedimenti del governo”.

Potresti leggere

Maturità, il grande caos sulla mascherina

“Il presidente della Commissione decide se all’orale si puo’ abbassare la mascherina.…

De Luca lancia l’allarme: “In Cina contagi in aumento, manteniamo mascherina”

“La Cina anticipa sempre di 4-5 mesi quello che succede nel resto…

Ungheria, Orban filo Putin cerca il quarto mandato

– Seggi aperti in Ungheria. Gli elettori si trovano a dover scegliere…