Salvini

“Bisogna iniziare a dire la verita’ sul Piano nazionale di ripresa e resilienza, che sono fondi a prestito e quindi a debito. Stanti gli attuali costi dell’energia e delle materie prime, meta’ delle opere scritte rimarranno ferme. Occorre essere molto attenti e prudenti. Motivo per cui alcuni ministri strategici e’ impensabile toccarli e dal mio punto di vista lo stesso presidente del Consiglio, Mario Draghi, che e’ stato il regista di questa operazione, e’ complicato ipotizzare di rimuoverlo”. Lo ha affermato il segretario della Lega, Matteo Salvini, durante la conferenza stampa del partito, a Montecitorio, dal titolo “Caro bollette e provvedimenti del governo”.

Potresti leggere

Ucraina: Nappi, De Luca usa studenti per portarli in piazza

– “Speculare sull’altissimo valore della pace tra i popoli per diventare segretario…

Legge elettorale, De Luca show: “Sbarramento al 7%”

Un altro governo unità nazionale? Dipende da come vanno le elezioni e…

Senato, Ignazio La Russa eletto presidente: “Voglio festeggiare il Regno d’Italia”

E’ Ignazio La Russa il nuovo presidente del Senato con 116 voti.…