Al via in uno dei palazzi che ospitano gli uffici del Senato la riunione tra governo e maggioranza sulla risoluzione sulle comunicazioni del presidente del consiglio Mario Draghi in vista del prossimo Consiglio Ue, in calendario a Palazzo Madama per il pomeriggio di oggi. Alla riunione per il governo ci sono il ministro per i rapporti con il Parlamento Federico D’Incà e il sottosegretario Enzo Amendola.

Coinvolgere il Parlamento. Più di quanto fatto finora. Nei passaggi essenziali, come potrebbero essere quelli su nuovi invii di armi, che comunque non sarebbero esplicitamente citate. Non basta una riunione fiume, di un intero pomeriggio, per trovare la sintesi con le istanze M5S ed evitare che la maggioranza si spacchi sul sostegno dell’Italia all’Ucraina, su cui Mario Draghi tornerà a chiedere nel pomeriggio la massima unità alle Camere, prima di volare a Bruxelles per il Consiglio europeo.

Potresti leggere

Draghi bis o voto. Renzi affonda il colpo contro Conte

Insopportabile la pagliacciata dei Cinque Stelle. DRAGHI ha un punto di forza…

Berlusconi: “Bene la manovra, ora riforma sulla giustizia. La Meloni? Determinata”

“Considero questa manovra la migliore possibile nelle condizioni date. La gravissima crisi…

Salvini contro pagamenti con Pos: “Chi paga caffè con carta è rompipalle”

“Se uno vuole pagare due euro il caffè con la carta di…