Erminio Sinni

Intervista a cura di Le Furlan Communication 

Erminio, come amichevolmente viene chiamato dal pubblico che con molto fervore lo segue, sono 40 anni che scrive testi e che suona nei piano bar della capitale, è il vincitore di “The Voice Senior”. Il talent over 60 condotto da Antonella Clerici. Ha conquistato con la sua cover tutti i giudici, che lo hanno riempito di complimenti e il pubblico che lo ha riempito di voti. La sua carriera ha avuto alti e bassi come lui stesso ci racconta nell’intervista, ma non ha mai smesso di combattere e finalmente il conoscimento è arrivato.

Intervista a Erminio Sinni

Nel 1993 partecipi al Festival di Sanremo piazzandoti al quinto posto, il tuo brano ricevette più premi di tutti, ma perché poi sei caduto nell’ombra?
Ricevetti due premi: per la più bella musica e per il più bel testo. Avevo partecipato a mio avviso con una bellissima canzone “Tutti i cuori sensibili” ,ma nonostante i premi e il quinto posto in classifica la vincita non ebbe il seguito sperato. Non lo auguro a nessuno di ritrovarsi in una settimana dalle stelle alle stalle. Piano piano sono dovuto tornare a fare il piano bar , non è stato facile dopo aver assaggiato il successo. Ho dovuto recuperare in me una forza d’animo che mi ha aiutato a combattere e ad affrontare un sentiero che immaginavo glorioso e pieno di successi e ha subito una deviazione, una crescita comunque che mi ha portato a quello che sono oggi

Tra Roma e Napoli però sei molto seguito e famosissimo per tue serate di piano bar
E’ vero, a Roma ho sempre suonato e cantato nei migliori locali. Poi uno speaker napoletano di radio Kiss Kiss ha scoperto il mio brano E tu davanti a me” , se n’è innamorato ed ha iniziato a mandare sempre in onda il brano. Questo fenomeno si è esteso a tutta la Campania , tanto che i campani riempiono i miei concerti e mi hanno sempre seguito molto. Sono molto orgoglioso di questo perché conquistare il pubblico campano non è certo facile, loro di musica se ne intendono e non danno rispetto a chiunque non valga

In Sud America però hai avuto molto successo
Dal 1998 il mio brano l’amore vero è la colonna sonora della telenovela Por amour a vos ancora trasmessa , ha venduto tantissime copie

Come mai in Italia non hai avuto gli stessi riconoscimenti che hai avuto in Brasile?
In Italia ho avuto tanto calore e tanti riconoscimenti dalla gente comune, non l’ho avuto dai produttori. Ho provato per 27 anni a partecipare al Festival di Sanremo ma non mi hanno mai considerato. A the Voice abbiamo potuto vedere da quanto sono stato votato quanto la gente mi apprezza e mi vuole bene

Adesso però è arrivato il successo a The Voice
La cosa più bella che ho notato è che hanno trattato tuti noi concorrenti con umanità e grande rispetto, non ci hanno mai fatto sentire a disagio, si sono messi al nostro livello gli organizzatori come i giudici . Non hanno mai speculato sulle nostre debolezze , anzi hanno valorizzato la parte migliore di ognuno di noi. Ti posso fare un esempio: Mia mamma che mi ha accompagnato una volta in studio, piangeva e basta durante le riprese, eppure i cameramen sono riusciti a riprenderla nell’unico momento in cui rideva. Questo programma ha dato a me ed ai miei colleghi una speranza, perché arrivati a 60 anni non speri più di farcela . Questo è stato percepito anche dal pubblico che sui social mi hanno scritto: La vittoria tua è stata la vittoria della meritocrazia , delle persone senza Santi in Paradiso

Cosa ti ha lasciato questa esperienza?
Che tutto quello che non succede in una vita più succedere in un secondo

E’ stato un periodo difficile per te , ad agosto hai contratto il Covid , quanto ti ha cambiato questa terribile esperienza?
Ho avuto il coraggio di chiamare l’ambulanza e farmi ricoverare. Avevo fatto il tampone e sapevo di essere positivo, sono stato 12 giorni con l’ossigeno. Mi sono sentito fiero del mio corpo che è riuscito a sconfiggere questo male. Anche la mia compagna si è contagiata ed anche lei è stata ricoverata nel mio stesso ospedale. Il Covid c’è ma se ne può uscire se si prende in tempo e si fa la cura giusta . Ci ho scritto una canzone e non vedo l’ora di avere l’ opportunità di ricambiare i doni ricevuti facendo ascoltare a tutti quello che mi hanno ispirato, con i nomi veri degli angeli di cui non conosco la faccia, ma so quanto mi hanno aiutato in quel terribile momento. E’ stata un’esperienza particolare perché se ci ripenso ho anche un bel ricordo di certi momenti , ero io da solo contro il male e dopo tantissimi anni pensavo a me stesso

La tua vita è cambiata in meglio da quando hai conosciuto la tua attuale compagna
L’ho conosciuta in locale che si chiamava “Amore”. Io ho un rosario giallo al collo che mi regalò mia mamma tantissimi anni fa, abbiamo iniziato a parlare per questo rosario e siamo diventati amici. Non pensavo assolutamente di avere una storia con lei , ma poi è successo. Lei ha cambiato in meglio la mia vita, mi ha dato l’entusiasmo che avevo perso e mi ha avvicinato alla fede

Progetti futuri
Il progetto più grande è la consapevolezza che questa “rinascita” faccia sì che la mia musica porti un messaggio che oltre a far esprimere al meglio me stesso , permetta di fare lo stesso anche a chi mi ascolta

Potresti leggere

Manicure neutra e perfetta, per ogni mano e occasione: intervista a Yanet Perez Jimenez

Intervista a Yanet Perez Jimenez. Il contributo su Il Rinascimento della famosa onicotecnica cubana a cura di Le Furlan Communication

Ivana Spagna e i suoi fantastici 50 anni di carriera

a cura di Le Furlan Communication Più di dieci milioni di dischi…

Il biondo platino è da sempre il colore più ambito dalle donne che amano distinguersi, intervista a Matteo Di Perna

 intervista a cura di Le Furlan Communication Pochissime persone hanno una struttura…