denise pipitone

Sul caso di Denise Pipitone, la bambina sparita da Mazara del Vallo il primo settembre del 2004, si torna ad indagare. La procura di Marsala ha aperto un fascicolo con le ipotesi di reato di depistaggio e fuga di notizie.

Fra i primi atti del nuovo fascicolo c’è stata ieri l’audizione dell’ex pm Maria Angioni che indagò sulla scomparsa della piccola Denise. Nei giorni scorsi l’ex pm ha dichiarato di avere avuto il sospetto di fughe di notizie sull’inchiesta e in particolare che le persone intercettate sapessero di avere i telefoni intercettati.

I magistrati siciliani stanno cercando di capire se ci sono stati depistaggi o errori nell’inchiesta.

 

Seguici sulla nostra Pagina Facebook Il Rinascimento.

Potresti leggere

Napoli, si fingono netturbini e rapinano persone in strada: arrestato un uomo, in fuga l’altro

Il loro “turno” di lavoro iniziava molto presto, con le prime luci…

Blitz contro il clan Sibillo, 21 arresti e rimossi omaggi al baby boss ES17: via ceneri dall’altare della Madonna

Blitz dei carabinieri questa mattina all’alba, arrestate 21 persone ritenute affiliate al…

Incidente sul lavoro, l’Italia piange per Luana: addio alla giovane mamma

Lavorava da circa un anno in un’azienda tessile, Orditura Luana, in provincia…