denise pipitone

Sul caso di Denise Pipitone, la bambina sparita da Mazara del Vallo il primo settembre del 2004, si torna ad indagare. La procura di Marsala ha aperto un fascicolo con le ipotesi di reato di depistaggio e fuga di notizie.

Fra i primi atti del nuovo fascicolo c’è stata ieri l’audizione dell’ex pm Maria Angioni che indagò sulla scomparsa della piccola Denise. Nei giorni scorsi l’ex pm ha dichiarato di avere avuto il sospetto di fughe di notizie sull’inchiesta e in particolare che le persone intercettate sapessero di avere i telefoni intercettati.

I magistrati siciliani stanno cercando di capire se ci sono stati depistaggi o errori nell’inchiesta.

 

Seguici sulla nostra Pagina Facebook Il Rinascimento.

Potresti leggere

Problemi per Pfizer? Controlli della Guardia di Finanza in Italia per l’azienda farmaceutica

Pfizer Italia nel mirino delle autorità italiane, verifica fiscale in corso per…

Funerali Benedetto XVI, feretro accolto da lungo applauso a San Pietro

ll feretro di Benedetto XVI è stato accolto in piazza da applausi…

La lettera ai figli dopo il suicidio, l’ombra di una setta sulla morte di Paolo e Stefania

Paolo Neri e Stefania Platania, i due coniugi pensionati trovati morti ieri…