denise pipitone

Sul caso di Denise Pipitone, la bambina sparita da Mazara del Vallo il primo settembre del 2004, si torna ad indagare. La procura di Marsala ha aperto un fascicolo con le ipotesi di reato di depistaggio e fuga di notizie.

Fra i primi atti del nuovo fascicolo c’è stata ieri l’audizione dell’ex pm Maria Angioni che indagò sulla scomparsa della piccola Denise. Nei giorni scorsi l’ex pm ha dichiarato di avere avuto il sospetto di fughe di notizie sull’inchiesta e in particolare che le persone intercettate sapessero di avere i telefoni intercettati.

I magistrati siciliani stanno cercando di capire se ci sono stati depistaggi o errori nell’inchiesta.

 

Seguici sulla nostra Pagina Facebook Il Rinascimento.

Potresti leggere

Aggredisce la moglie e la chiude in bagno, cognato interviene e viene accoltellato: violenza nel Napoletano

Ancora violenza sulle donne, dopo gli ultimi femminicidi avvenuti in Italia, un…

Ritrovato Antonio Barbiero, il figlio Elio: “Papà traumatizzato e in stato confusionale”

Ritrovato Antonio Barbiero. Le parole del figlio dell’imprenditore scomparso e ritrovato, presunta vittima di un caso di mala giustizia

Scontro tra due auto nel Ferrarese, Federica Lorenzetti muore a 26 anni: sedeva sul lato del passeggero

Tragico incidente stradale nella serata di venerdì, muore una giovane di 26…