denise pipitone

Sul caso di Denise Pipitone, la bambina sparita da Mazara del Vallo il primo settembre del 2004, si torna ad indagare. La procura di Marsala ha aperto un fascicolo con le ipotesi di reato di depistaggio e fuga di notizie.

Fra i primi atti del nuovo fascicolo c’è stata ieri l’audizione dell’ex pm Maria Angioni che indagò sulla scomparsa della piccola Denise. Nei giorni scorsi l’ex pm ha dichiarato di avere avuto il sospetto di fughe di notizie sull’inchiesta e in particolare che le persone intercettate sapessero di avere i telefoni intercettati.

I magistrati siciliani stanno cercando di capire se ci sono stati depistaggi o errori nell’inchiesta.

 

Seguici sulla nostra Pagina Facebook Il Rinascimento.

Potresti leggere

Operazione Iceberg, controllo mafioso nel bar del tribunale: 17 ordinanze cautelari

Diciassette ordinanze cautelari sono in corso di esecuzione da parte della Polizia nell’ambito dell’operazione…

Incidente per Gianni Morandi, inciampa sul fuoco mentre brucia sterpaglie: ricoverato d’urgenza

Gianni Morandi è stato ricoverato per ustioni all’ospedale Maggiore. Il cantante, secondo quanto…

Cuneo, rapina in gioielleria finisce nel sangue. Il titolare spara e uccide due ladri

E’ finito nel sangue l’assalto ad una gioielleria di Grinzane Cavour, storico…