Fabrizio Pregliasco lancia l’allarme: “Due milioni di quarte dosi di vaccino anti-Covid somministrate sono ancora poche, considerando che la platea dei possibili beneficiari tra over-60 e soggetti fragili e’ di circa 8 milioni di persone”.

Il virologo dell’Universita’ Statale e direttore sanitario dell’ospedale Galeazzi di Milano, ha spiegato che in questo momento proprio i soggetti fragili ed i piu’ anziani “restano a rischio in questa fase pandemica”. “La quota di due milioni di quarte dosi somministrate, come attestato oggi dall’Istituto superiore di sanita’ – sottolinea Pregliasco – credo rappresenti un risultato non eclatante, e cio’ e’ legato a due narrazioni sbagliate: quella secondo cui il virus SarsCoV2 si e’ ormai ‘raffreddorizzato’, e’ cioe’ diventato un virus banale, e soprattutto la narrazione secondo cui l’attuale vaccino e’ vecchio e non serve”.

Al contrario, rileva, “il vaccino e’ quanto mai necessario in questo momento; nel prossimo futuro avremo vaccini aggiornati rispetto alle varianti circolanti, come accade per l’annuale vaccino antinfluenzale, ma bisogna ribadire che il vaccino attuale ha dimostrato di essere in grado di rafforzare la risposta immunitaria anche contro le attuali varianti”. Inoltre, secondo l’esperto, sarebbe un errore abbassare troppo la guardia poiche’ il virus “sta continuando a circolare con una incidenza che e’ in realta’ sottovalutata, e cio’ si evince dal numero dei decessi soprattutto tra i soggetti fragili, che continua a rimanere alto”. Da qui l’invito a vaccinarsi con la quarta dose: “Questa quarta ondata pandemica si sta abbassando, tuttavia dobbiamo pianificare l’autunno immaginando un piu’ che probabile nuovo aumento dei casi, e considerando anche la contemporanea presenza del virus influenzale. Si determinera’ dunque un ‘mix’ di virus, come sta gia’ accadendo in Australia”. Da Pregliasco, quindi, alcuni consigli: “oltre alla vaccinazione, continuare ad utilizzare secondo buon senso le mascherine, soprattutto al chiuso e nelle situazioni di assembramento, ed incentivare anche l’impiego degli antivirali orali per proteggere i piu’ fragili”.

Potresti leggere

Il nuovo decreto del governo, record di vaccinazioni e prime dosi: siamo a quota 700mila in un giorno

Record di vaccinazioni. Un totale di quasi 700mila inoculazioni di cui circa 80mila prime dosi. Gli effetti del decreto

Quarantena per vaccinati e non, come cambiano le regole: pubblicata circolare del Ministero della Salute

E’ stata emanata la circolare del Ministero della Salute con gli aggiornamenti…

Dal Kosovo a Napoli per un’operazione al cuore, si prega per la piccola Irena

Operazione internazionale per cercare di salvare la piccola Irena, la bimba di…