Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha chiesto un “aumento esponenziale dell’arsenale nucleare del Paese” per affrontare il suo “indiscutibile nemico” sudcoreano.

Il Partito dei lavoratori al governo della Corea del Nord ha anche annunciato che il Paese “svilupperà un nuovo sistema di missili balistici intercontinentali (icbm) la cui missione principale sarà un rapido contrattacco nucleare.

“La situazione attuale richiede sforzi raddoppiati per rafforzare massicciamente la forza militare al fine di garantire pienamente la sovranità, la sicurezza e i nostri interessi fondamentali in risposta alle inquietanti manovre militari degli Stati Uniti e di altre forze ostili”, ha affermato Kim. “Ciò sottolinea l’importanza e la necessità della produzione di massa di armi nucleari tattiche e richiede un aumento esponenziale dell’arsenale nucleare del Paese”, ha proseguito il leader nordcoreano. Secondo Kim, la Corea del Sud è ora “completamente nel raggio d’azione” degli attacchi nucleari nordcoreani.

La tensione è aumentata drasticamente negli ultimi mesi tra la Corea del Nord e il suo vicino meridionale, nonché Stati Uniti e Giappone. Il 2022 è stato caratterizzato da un numero record di lanci di missili da parte di Pyongyang, che in particolare ha lanciato a marzo il suo primo missile balistico intercontinentale in cinque anni. Un altro è caduto dal Giappone a novembre. Tre missili balistici a corto raggio sono stati lanciati ieri dalla Corea del Norde un altro all’alba di oggi.

Potresti leggere

Ucraina, ancora attacchi ad Azovstal: “Se c’è un inferno nel mondo è qui. Combattimenti sanguinosi”

L’acciaieria Azovstal è diventata la “priorità numero uno” per la leadership politica…

Genocidio, crimini di guerra e contro l’umanità: scatta l’indagine in Ucraina

La procuratrice generale ucraina, Irina Venediktova, ha fatto sapere, dopo una visita…

Usa sicuri: da Putin ordine ai comandanti di invadere l’Ucraina

Gli Usa hanno informazioni di intelligence secondo cui i comandanti russi hanno…