– “Il centrodestra avrebbe una chance gigantesca di candidarsi a governare il Paese, ma se pensa di farlo con il vecchio tridente, con Fdi sull’Aventino perché non si fida degli altri ed escludendo tutte le altre energie del territorio, insomma, se pensa di giocare a uomo, quando ormai si gioca a zona da diversi anni, perde un’occasione”. Così il presidente della Regione Liguria e fondatore di Italia al centro, Giovanni Toti, a “The Breakfast Club” su Radio Capital, commentando il vertice di ieri ad Arcore. “La cosa bizzarra è che in un centrodestra che dovrebbe aprirsi a tutte le formazioni minori, alle esperienze di governatori, sindaci, delle forze civiche e dei piccoli partiti di centro- prosegue il governatore- ieri si sia riproposto un centrodestra uguale e identico a quello di tre anni fa, chiuso nei tre partiti principali”. Per Toti, “il centrodestra di Berlusconi mi sembra che profumi sempre un po’ di nostalgia. Da Salvini mi aspetto uno scatto di orgoglio, avrei sperato fosse l’uomo che scardinasse e riaprisse il centrodestra. Mi sembra che l’unica che dica la verità, in questo momento, sia Giorgia MELONI, l’unica a perseguire un’idea di centrodestra diverso. Per il resto, quando anziché aprire ti chiudi in casa e lo fai pure in stanze separate, mi sembra quantomeno un cattivo viatico”.

Potresti leggere

Strage di Cutro, Mattarella in visita ai bimbi in ospedale con giocattoli e peluche

Sono quindici i superstiti del naufragio al largo delle coste di Steccato di Cutro ricoverati all’ospedale…

Governo, in cdm riordino delle deleghe

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio potrà ricoprire anche il ruolo di…

Il giglio magico di Renzi verso il processo

La procura di Firenze ha chiesto il rinvio a giudizio di 11…