Un bambino è ricoverato in gravi condizioni in ospedale dopo essere stato raggiunto da un proiettile esploso da una guardia giurata in strada. È accaduto ieri sera a Cortefranca in provincia di Brescia.

Il bambino era alla finestra di casa quando è stato raggiunto dal proiettile. Ancora da capire perché la guardia giurata abbia sparato. L’uomo al momento si trova in caserma a disposizione dei carabinieri che indagano.

Resta al vaglio della autorità giudiziaria la posizione della guardia giurata. Il bambino, rispetto a quanto inizialmente ricostruito, compirà due anni ad ottobre. Nei confronti della guardia giurata finora non sono stati presi provvedimenti dal pm di turno Benedetta Callea che deve ancora ricostruire l’esatta dinamica di quanto accaduto.

La guardia giurata non era sola ma con due nipotini e non si esclude che stessero sparando ad alcuni cartelli stradali secondo la prima ricostruzione. Possibile che venga disposta una perizia balistica per calcolare la traiettoria del proiettile.

“Ho sentito il padre che urlava ‘lo hai ammazzato’ e ho visto la mamma correre in strada con il bambino tra le braccia” ha raccontato un vicino di casa della famiglia del bambino ferito, che è di origine straniera.

Potresti leggere

Napoli, blitz anti-corruzione: mazzette per le concessioni demaniali. Nove le persone arrestate

Per delega del Procuratore Distrettuale si comunica che, in data odierna, militari…

Brescia, trovato il cadavere di una donna fatto a pezzi

Trovato cadavere fatto a pezzi. Sul posto i carabinieri che hanno avviato le indagini. Il ritrovamento in un dirupo

Crollo sui ghiacci fa strage, due morti e nove feriti tra l’Italia e la Svizzera

Due morti e nove feriti, alcuni in gravi condizioni: è il bilancio…