Goffredo Bettini

“Secondo me mettere in discussione il ruolo di capo politico di Vito Crimi rende più difficile il lavoro per Conte, che si è assunto una grande responsabilità, con grande generosità. Io non voglio entrare in una discussione interna a un altro partito ma sento che c’è necessità di autonomia del M5S rispetto a movimenti di condizionamento esterno non controllabile dal partito stesso e dal suo capo politico. Ieri si è verificato un ostacolo ma CONTE troverà una strada e proseguirà sulla sua strada di rifondazione che avrà, per altro, una tavola di principi e uno statuto che aspetto con curiosità perché è il decollo di una formazione politica che manterrà l’innovazione che è parte della sua storia ma inizierà anche una nuova collaborazione, mi auguro, con il Pd”. Così Goffredo Bettini, componente della direzione nazionale del Pd, intervenuto a Omnibus su La7.

 

Seguici sulla nostra Pagina Facebook Il Rinascimento.

Potresti leggere

M5S, un contenzioso blocca Conte

La Corte di Appello ha ritenuto il provvedimento di nomina del curatore…

Roma, Sgarbi vuole provarci. Centrodestra dice no

“Su Enrico Michetti “quello che è emerso ieri, alla fine, è che…

Primo maggio, la Rai querela Fedez: l’annuncio di un deputato leghista

Dopo le accuse di censura, la Rai ha deciso di querelare Fedez. “Apprendiamo oggi che ‘la…