Goffredo Bettini

“Secondo me mettere in discussione il ruolo di capo politico di Vito Crimi rende più difficile il lavoro per Conte, che si è assunto una grande responsabilità, con grande generosità. Io non voglio entrare in una discussione interna a un altro partito ma sento che c’è necessità di autonomia del M5S rispetto a movimenti di condizionamento esterno non controllabile dal partito stesso e dal suo capo politico. Ieri si è verificato un ostacolo ma CONTE troverà una strada e proseguirà sulla sua strada di rifondazione che avrà, per altro, una tavola di principi e uno statuto che aspetto con curiosità perché è il decollo di una formazione politica che manterrà l’innovazione che è parte della sua storia ma inizierà anche una nuova collaborazione, mi auguro, con il Pd”. Così Goffredo Bettini, componente della direzione nazionale del Pd, intervenuto a Omnibus su La7.

 

Seguici sulla nostra Pagina Facebook Il Rinascimento.

Potresti leggere

Comunali, Maresca getta acqua sul fuoco: “Il Centrodestra una famiglia”

Nel centrodestra, come nelle migliori famiglie si litiga, ma poi si fa…

Sondaggione, Pd in caduta libera. Letta trema

Fratelli d’Italia supera il Pd e diventa secondo partito d’Italia: con il…

Martusciello, classifica Sole 24 Ore su gradimento propri sindaci impietosa verso de Magistris 

“La classifica del Sole 24 Ore sul gradimento dei cittadini verso i…