E’ attesa per le prossime ore la parola definitiva sull’accordo nel centrosinistra in vista delle elezioni del 25 settembre, anche se fino a ieri sera le posizioni sono apparse lontane, specialmente tra Carlo Calenda, leader di Azione e la coppia formata da Nicola Fratoianni (Si) e Angelo Bonelli (Verdi).

L’incontro tra il segretario del Pd Letta con Bonelli e Fratoianni che si sarebbe dovuto tenere nella giornata di venerdì e’ stato rinviato a questo sabato. Dai Verdi giunge tuttavia un primo via libera al patto col Pd, e per oggi e’ attesa la decisione di Sinistra italiana che riunisce l’assemblea del partito. E intanto, proprio mentre si attende l’ok definitivo che siglerebbe l’alleanza per le prossime elezioni, pare che Letta abbia in mente un piano B.

Si vocifera infatti che il segretario del Partito Democratico stia pensando anche di correre solo alle prossime elezioni, siglando solo un’alleanza con i Democratici e Progressisti.

Calenda dal canto suo continua a ribadire quali sono le condizioni affinché Azione accetti il patto con il Pd: “Vedo retroscena complicati. Il punto e’ semplice. Si vince con una proposta credibile di Governo, molto chiara nel patto firmato con il Pd. Si perde se si aggiunge un patto contraddittorio rispetto al primo con gente che ha sfiduciato Draghi. Li’ eravamo, li’ siamo rimasti”.

Potresti leggere

Salvini vuole una Costituente nella prossima legislatura

“A me piacerebbe che assieme ai parlamentari gli italiani votassero nel 2023…

Putin: “Non voglio la guerra ma la Nato ai nostri confini è inaccettabile”

Crisi Russia-Ucraina. Le parole del presidente russo dopo gli ultimi colloqui con la diplomazia internazionale

Meloni a Bruxelles: “Si intervenga sul gas il prima possibile. Interlocuzione franca”

Giorgia Meloni ha affrontato il primo banco di prova internazionale per dimostrare…