Si arresta la crescita del numero di casi di sindromi simil-influenzali (ILI) in Italia. Nella 49esima settimana del 2022, infatti, l’incidenza è stata pari a 15,5 casi per mille assistiti (16,0 nella settimana precedente) e si attesta nella fascia di intensità alta. I dati diffusi dall’Istituto Superiore di Sanità sono riferiti alla settimana dal 5 al 11 dicembre 2022.

In sei Regioni (Piemonte, PA di Bolzano, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Abruzzo) l’incidenza ha superato la soglia di massima intensità.

Calabria e Sardegna non hanno attivato la sorveglianza InfluNet. Più colpiti i bambini sotto i 5 anni.

Potresti leggere

Fine pandemia in Europa, Oms: “Con Omicron siamo vicini”

È “plausibile” che con Omicron l’Europa “si stia avviando alla fine della…

Covid, l’allarme di Pregliasco: “Poche quarte dosi, a rischio anziani e fragili”

Fabrizio Pregliasco lancia l’allarme: “Due milioni di quarte dosi di vaccino anti-Covid…

Vaiolo delle scimmie, l’appello del partito gay: “Non creare stigma contro di noi”

Decine di casi di Vaiolo delle scimmie segnalati in Europa e negli…