Vaccini ai turisti, risponde presidente regione Toscana: "Perché no, se arrivano più dosi sì"

“Se si crea un meccanismo compensativo dei Vaccini tra le regioni, visto che ancora non abbiamo dosi illimitate, noi siamo pronti a mettere a disposizione i Vaccini per gli italiani in vacanza in Toscana”, queste le parole di Eugenio Giani.

Il presidente della Regione Toscana in un’intervista al ‘Corriere della Sera’, parlando della possibilita’ di vaccinare i turisti in arrivo nella regione per l’estate. “Pero’ tutto deve essere legato a un disegno coerente a livello nazionale, e deve essere condiviso da Figliuolo – ha aggiunto -. La Toscana fa 30 mila vaccinazioni al giorno, se sette-ottomila vanno nelle localita’ balneari (la Toscana ha 46 comuni che si affacciano sul mare) occorre che ci arrivino piu’ Vaccini e questo lo puo’ stabilire solo il commissario nazionale”.

Alla domanda se quest’estate dovra’ essere senza coprifuoco Giani ha risposto che “con una bassa virulenza credo se ne possa fare a meno”. Sulla riapertura delle discoteche “ritengo che dobbiamo fare dei codici di sicurezza perche’ in discoteca ci puo’ essere un allentamento del comportamento da parte dei giovani. Quindi dovremo studiare un modo di stare all’interno delle discoteche, pensare a un numero di persone contingentato e trovare delle modalita’ nuove per stare in quei luoghi. Pero’ dobbiamo far funzionare le discoteche perche’ dobbiamo pensare anche all’aspetto psicologico dei giovani. Dobbiamo offrire loro una vita normale”.

Potresti leggere

Sportello di psicologia sospeso, la Cisl Campania diffida l’azienda ospedaliera San Pio

La Funzione Pubblica della Cisl della Campania, guidata da Lorenzo Medici, ha…

Vaiolo, arriva in Italia il virus delle scimmie: rilevato il primo caso

E’ stato identificato all’ospedale Spallanzani di Roma il primo caso in Italia…

Galli torna in televisione e mostra il suo lato ottimista: “Le cose sono andate bene”

Massimo Galli, direttore del reparto Malattie Infettive all’ospedale Sacco di Milano, dopo…