“È un momento decisivo per l’Ucraina e per tutto il mondo”. Così il segretario della Difesa americano Lloyd Austin, ha aperto la riunione del gruppo di contatto sull’Ucraina stamani a Ramstein.

“Ci incontriamo in un tempo molto difficile e turbolento, ma percepiamo qui determinazione e l’unità”, ha proseguito. “È il momento di non cedere. Non smetteremo, non indugeremo e non esiteremo nell’aiuto dell’Ucraina”, ha concluso. Mentre il leader ucraino Volodymyr Zelensky ha incalzato: “Non abbiamo tempo. Il tempo è un fattore determinante. Dobbiamo agire in fretta. Abbiamo bisogno di panzer da difesa e da combattimento. Ogni arma conta”.

L’Italia farà la sua parte. L’ha assicurato il ministro della Difesa, Guido Crosetto, durante un colloquio, a margine del vertice di Ramstein con il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg. “Ho ribadito a Stoltenberg che l’Italia, tra i protagonisti dell’Alleanza Atlantica, proseguirà nel sostegno all’Ucraina e al suo popolo. Continueremo a fare la nostra parte”, ha scritto il ministro su twitter.

Mosca: ‘L’Occidente si illude’. Le parole di Austin sugli aiuti a Kiev hanno immediatamente provocato la reazione del Cremlino: l’Occidente si sta “illudendo” su una possibile vittoria dell’Ucraina, ha detto il portavoce Dmitry Peskov, “i carri armati occidentali non cambieranno nulla sul terreno”.

Potresti leggere

Conte-Draghi, la tregua. Il M5S: “Restiamo in maggioranza, avanzate le nostre richieste”

“Abbiamo parlato con Draghi, gli abbiamo consegnato un documento a nome del…

Maltempo in Italia, stop all’estate e benvenuto autunno: piogge e calo delle temperature

L’autunno fa il suo ingresso in Italia. Secondo le previsioni riportate dal…

Il Virus avanza. Speranza annuncia quarta dose

“Credo che in queste giornate in cui il numero dei casi è…