“La sospensione del più importante quotidiano indipendente russo Novaya Gazeta è una gravissima conseguenza della repressione del Cremlino verso la stampa libera e avvicina sempre di più la Russia alla Corea del Nord, dove non esiste libera informazione”. Così, in una nota, l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle Chiara Gemma.

“Il Movimento 5 Stelle – prosegue – esprime solidarietà a Dmitrij Muratov, direttore di Novaja Gazeta e vincitore del Premio Nobel per la pace 2021 assieme a Maria Ressa e si augura possa ritornare presto al lavoro e informare i cittadini russi. L’ambasciatore russo che ha querelato il giornale italiano La Stampa non ha nulla da dire su questo?”, conclude l’europarlamentare Gemma

Potresti leggere

Elezioni, per i sondaggi il terzo polo sbaraglia le carte: nuove previsioni per l’uninominale

Il cosiddetto ‘terzo Polo’ formato da Azione di Carlo Calenda e da…

Milano, oggi il partito di Macron sbarca in Italia con Renzi e Calenda

Questo pomeriggio alle 18 ai Superstudio di Milano nasce una nuova famiglia…

Covid, mascherine al chiuso fino a giugno

“E’ chiaro che le mascherine sono un presidio importantissimo e purtroppo finche’…