“L’Ucraina ha bisogno di aiuto: rifornimenti, alimenti, armi ed equipaggiamenti moderni”. Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky intervenendo in videocollegamento al Global Policy Forum dell’Ispi a Milano.

“Ciò che vogliamo è la fine della guerra e che la nostra terra non appartenga a nessun altro. Stiamo proteggendo i nostri obiettivi e valori comuni con l’Europa. Per noi questo è un fattore unificante e credo che sia per questo che abbiamo ricevuto lo status di candidato. L’Ue deve solo considerarci un partner alla pari”. “Per favore, sosteneteci”, ha detto facendo riferimento a una domanda dell’ex premier Mario Monti sul voto di domani in Parlamento.

“Ciò che vogliamo è la fine della guerra e che la nostra terra non appartenga a nessun altro. Stiamo proteggendo i nostri obiettivi e valori comuni con l’Europa. Per noi questo è un fattore unificante e credo che sia per questo che abbiamo ricevuto lo status di candidato. L’Ue deve solo considerarci un partner alla pari”.

Per eventuali trattative con la Russia ci servono “garanzie di sicurezza per il futuro – ha detto Zelensky -, e crediamo che l’Italia dovrebbe essere tra i garanti. Ringraziamo per il sostegno il governo italiano”. “Per favore, sosteneteci”, ha aggiunto Zelensky. “Sono in corso dei negoziati difficili per sbloccare i porti ucraini”, ha detto poi Zelensky all’Unione Africana.

Potresti leggere

Ucraina, si arrendono 264 militari barricati nell’acciaieria di Azovstal. La Svezia ha ufficialmente chiesto di entrare nella Nato

Nei cunicoli dell’Azovstal filtrano spiragli di speranza. Dopo settimane di assedio estenuante,…

Allarme epatite tra i bimbi. Un deceduto

L’intervento necessario per un bambino su 10 colpito (ANSA) – ROMA, 24…

Traghetto in fiamme, trovato vivo un passeggero disperso: “Avevo già inviato un sms di addio”

Trovato un passeggero disperso. L’uomo è ancora vivo dopo l’incendio del traghetto Grimaldi sulla rotta Italia – Grecia