Eitan, il bambino di 5 anni sopravvissuto alla tragedia del Mottarone, ha riaperto gli occhi. “Il risveglio sta proseguendo e poco fa è stato estubato“, dice il direttore generale della Città della Salute di Torino, Giovanni La Valle. “Per un momento – aggiunge La Valleil piccolo Eitan ha ripreso conoscenza“.

Al suo fianco, oltre agli anestesisti e agli psicologi dell’ospedale infantile Regina Margherita di Torino, c’era la zia Aya, sorella del padre morto con la madre e il fratellino di due anni nella cabina della funivia precipitata. “Questa è una fase molto delicata – dicono i sanitari del reparto di Rianimazione diretto da Giorgio IvaniLa notte è passata tranquilla e conferma la stabilità clinica del bambino nonostante le condizioni critiche. Il fatto che siamo riusciti a estubarlo è un fatto positivo“. Quando ha aperto gli occhi, dunque, Eitan si è trovato di fronte il volto conosciuto della zia. La prognosi resta riservata e si attendono le prossime ore per completare il risveglio.

Eitan ha riaperto gli occhi ed è stato estubato

Il bimbo è ricoverato nel reparto rianimazione diretta dal dottor Giorgio Ivani. La risonanza magnetica a cui è stato sottoposto ieri non ha evidenziato danni neurologici, sia a livello celebrale sia a livello del tronco encefalico; nella giornata di ieri i sanitari inizieranno un lento e graduale risveglio. La prognosi resta riservata ma filtra tra i sanitari un cauto ottimismo.

Potresti leggere

Femminicidio nel parcheggio del supermercato: donna uccisa a coltellata dal marito

Dramma questa mattina a Somma Vesuviana (Napoli). Una donna di 63 anni,…

Cadavere carbonizzato in un’auto in provincia di Napoli, indagano i carabinieri

Un cadavere carbonizzato e’ stato ritrovato ad Acerra dai Carabinieri della compagnia…

Bologna, Alessandra uccisa a colpi di martello: fermato il compagno

Una donna di 56 anni, Alessandra Matteuzzi, è stata uccisa ieri sera…