“Sono stato a tutti i bunga bunga e non ho mai visto schiave”. A parlare in un video diffuso sui social è Vittorio Sgarbi, onorevole e critico d’arte che interviene sulla richiesta di condanna, a 6 anni, a Silvio Berlusconi nell’ambito del processo Ruby Ter dove il leader di Forza Italia è imputato per corruzione in atti giudiziari. “Mi viene un sospetto. Ovvero che i magistrati non abbiano convenienza a sentirmi. È un’accusa la mia. Io sono pronto a dire tutta la verità: tutto quello che ho visto e non corrisponde in alcun modo al contenuto della requisitoria contro Berlusconi. Forse non è conveniente sentirmi”.

Poi incalza: “C’è qualcosa di inaccettabile in questa esclusione di un testimone chiave, che è stato a tutti i bunga bunga, che ha visto quello che vorrebbe dire e non corrisponde a questa ricostruzione. Non ho mai visto schiave. Solo donne libere. Sono pronto a giurarlo per la testimonianza che voglio dare in verità rispetto a questo caso. Forse non c’è convenienza a sentirmi”.

Ieri la Procura di Milano, attraverso il procuratore aggiunto Tiziana Siciliano e il pm Luca Gaglio nella loro requisitoria, ha chiesto 28 condanne e una assoluzione nel processo Ruby Ter che vede imputati l’ex presidente del Consiglio e altre 28 persone, tra cui una ventina delle cosiddette ‘ex olgettine‘ che partecipavano alle serate organizzate nella villa di Arcore e che, sempre secondo l’accusa, sarebbero state pagate per dire il falso nel corso del processo.

Potresti leggere

Incontro Draghi-Biden: “Putin voleva dividerci, ha fallito ma utilizzare ogni canale per pace”

“Dobbiamo utilizzare ogni canale per la pace, per un cessate il fuoco…

Napoli, nasce il comitato di liberazione dalla camorra

Questa mattina alle 11, nella Chiesa San Vitale in piazza San Vitale,…

La due giorni di Forza Italia a Napoli: domani chiude Berlusconi

Oggi e domani, presso la Mostra D’Oltremare di Napoli, si svolgerà “L’Italia…