“Nel 2011 venne approvato un decreto legge, da me proposto, per istituire l’election day, per fare in modo che si tenessero nella medesima giornata elezioni amministrative e consultazioni referendarie. Ricordo che il costo di un’elezione a livello nazionale supera i 200 milioni di euro e io credo che in un momento del genere, cosi’ difficile per il Paese, sia doveroso risparmiare una cifra cosi’ importante e far coincidere i referendum con il primo turno delle elezioni amministrative, per avere un importante risparmio economico e favorire una piu’ ampia partecipazione democratica”. Lo afferma il senatore Roberto Calderoli, Vice Presidente del Senato

Potresti leggere

Di Maio, sulla mia candidatura chiarirò tutto nei prossimi giorni

“Sulla mia possibile candidature qua o la in giro per l’Italia si…

Campania sotto pressione per emergenza profughi

“Ci sono regioni sotto pressione, come Emilia-Romagna, Lombardia, Lazio e Campania”. Cosi’…

L’Ue accelera: adesione Ucraina nel mese di giugno

Colloquio telefonico tra la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen…