Italia al Centro’ vuole essere un progetto inclusivo e pluralista, in grado di dare spazio ed espressione alle sensibilità e tradizioni politiche liberali, popolari e riformiste”. Lo ha chiarito il senatore Paolo Romani, capo delegazione della componente Idea-Cambiamo! al Senato, in occasione dell’incontro con la delegazione del Partito Liberale Italiano avvenuto presso la sede nazionale di Cambiamo!. Alla presenza del presidente del Pli Stefano de Luca, del vice Francesco Pasquali e del segretario nazionale della Gioventù Liberale Italiana Giulia Pantaleo, ”si è discusso delle premesse necessarie e utili a un accordo che miri alla costituzione di un contenitore centrista, all’interno del quale i liberali, attraverso il prestigio del loro simbolo e prossimi alla celebrazione dei 100 anni di storia del PLI, vorrebbero rappresentare la tradizione innovativa, non nostalgica, di un’ideologia senza tempo”. A portare i suoi saluti anche Giovanni Toti, che ha ribadito “l’obiettivo di mettere a frutto le istanze pervenute da un elettorato fluido circa le eventuali potenzialità di un’area centrista”. Presenti alla riunione anche Osvaldo Napoli e Daniela Ruffino. Sono previsti altri incontri, in particolare sul territorio, per sviluppare un progetto politico dell’area di centro che valorizzi l’importante tradizione di un pensiero liberale capace di rinnovarsi ed essere sempre attuale.

Potresti leggere

Eutanasia, la decisione della Consulta che colpisce più di un milione di cittadini. Le reazioni della politica: “Ora tocca al Parlamento”

Referendum eutanasia legale. Ieri la decisione dei giudici sull’inammissibilità del quesito. La risposta di Cappato

Meloni sferza il centrodestra: “Lealtà e chiarezza”

“Chiedo” agli alleati di Lega e Fi “chiarezza sugli intendimenti, sulle regole…

Comunali, Toti blinda l’asse con il centrodestra

“All’amico Salvini, forse non bene informato dai suoi: la Lista Toti-Cambiamo ha…